Stanchezza, fiato corto e dolori muscolari: l’odissea senza fine dei guariti dal Covid-19


Che cosa succede una volta che si è guariti dall’infezione Covid? Dalle testimonianze raccolte, non sempre si ritorna alla normalità e la convalescenza continua anche quando si è diventati negativi.

Le testimonianze dei guariti

Sara, Bruno, Stefania e Marta hanno contratto il Covid-19 ad inizio epidemia ed hanno sconfitto la malattia ormai mesi fa. Ma il doppio tampone negativo non ha segnato la fine del loro calvario.

In tanti infatti lamentano ancora, a mesi di distanza dalla negativizzazione, numerosi sintomi che non accennano ad andare via. Il fiato corto, la stanchezza cronica, il gusto e olfatto ancora alterati sono quelli più comuni ma c’è anche chi lamenta problemi alla tiroide, dolori muscolari, cisti. Nel gruppo Facebook “Noi che il Covid lo abbiamo sconfitto”, che conta oltre 3mila membri, sono tanti gli ex pazienti spaventati e demoralizzati dai sintomi più o meno gravi che si trovano ad affrontare.

La richiesta corale è che venga fatta luce su questo fenomeno, per capire quali possono essere le conseguenze a lungo termine di questa malattia, un’informazione che al momento non trova purtroppo risposta. A Roma è attivo il Day Hospital del Policlinico Gemelli dedicato ai pazienti post Covid-19. Il paziente riceve valutazioni da parte di infettivologo, pneumologo, reumatologo, angiologo, neurologo, psichiatra, gastroenterologo, e si sottopone a diversi esami (esami del sangue, ecg, Ecocardio gramma, ecodoppler arti inferiori e vasi epiaortici, ecografia addome, ecografia toracica, TAC torace, prove dì funzionalità respiratoria). Per richiedere di essere inseriti nel percorso è necessario inviare una mail a dh.postcovid2@policlinicogemelli.it.


error: Contenuto protetto da Copyright