14enne partorisce in segreto e spaventata mette il neonato nel congelatore


Russia: questa vicenda ha sconvolto tutto il territorio, argomentata in molti tg del mondo. Una 14enne ha partorito in segreto e ha depositato il corpo del nascituro all’interno di un freezer in cantina.

Il corpicino senza vita del neonato è stato rinvenuto in un congelatore nel garage della casa di famiglia della ragazzina. L’orribile scoperta è stata fatta solo alcune ore dopo, quando la ragazza si è sentita male e si è rivolta al pronto soccorso. I genitori in seguito hanno trovato il corpo del neonato senza vita.

Neonato nel freezer

Era spaventata dalla sua gravidanza perciò ha tenuto nascosto il suo stato ai suoi genitori, camuffando un pancino appena accentuato . La situazione è però degenerata e la 14enne ha avvertito a 32 settimane di avere già doglie del parto. Ha così partorito in segreto e subito dopo si è liberata del nascituro avvolgendolo in un panno, per poi metterlo nel freezer presente nella sua abitazione, un congelatore poco usato in cantina.

La drammatica storia arriva dalla Russia  nella regione di Novosibirsk.

La ragazza di nome Anastasia, 14 anni, ha detto di essere “troppo spaventata” per affrontare i genitori. Secondo le autorità di polizia locale citate dai media russi, né la sua famiglia né i suoi insegnanti si erano resi conto che era incinta. dopo il parto però si è sentita male. “La madre l’ha sentita urlare di dolore di notte e pensava che potesse trattarsi di appendicite“, ha spiegato un portavoce della polizia russa.

La ragazza di 14 anni invece aveva appena partorito da sola e sanguinava pesantemente. Nell’ambulanza, ha confessato ai paramedici di aver partorito di nascosto e di aver nascosto il bambino. Quando i soccorritori hanno avvertito la polizia, però, per il piccolo era ormai tropo tardi.  Dagli accertamenti investigativi è emerso che il padre del bimbo è un 16enne col quale la ragazza aveva avuto un breve fidanzamento. La quattordicenne è ora ricoverata in ospedale ed è accusata di omicidio colposo.


error: Contenuto protetto da Copyright