Ristoratore vieta l’accesso a bambini e animali nel suo locale: “Rovinano l’atmosfera”


Molto particolare l’iniziativa di un ristoratore romano, che ha deciso di vietare l’ingresso nel suo locale a bambini e animali. Il motivo: “Rovinano l’atmosfera e il relax all’interno del locale”.

La sua scelta, molto discussa dai clienti, è frutto di cattive esperienze vissute in passato che lo hanno convinto a distinguersi dal resto dei ristoranti della zona.

A Roma, nel quartiere Prati, nel locale del ristoratore in questione, insomma, vietato portare animali da compagnia e niente bimbi piccoli che, come per loro diritto, vogliono strillare, giocare, saltare e correre di qui e lì in sala.

“C’è molta richiesta, i posti con il Covid sono limitati e poi chi viene qui cerca qualcosa di unico, elegante, rilassante. Bambini e animali rovinano l’atmosfera. Qui si viene per un pranzo d’affari, una cena speciale”, ha commentato il direttore. “I clienti vengono qui per pranzi d’affari e cene eleganti, i bambini e gli animali rovinano l’atmosfera. Abbiamo musica alta e nei tavoli esterni si fuma”.

Un divieto dato dalle brutte esperienze

Collegandosi direttamente al sito web del ristorante, si può leggere cosa non è consentito. Nella sezione “policy”, difatti, si legge che “Gli animali domestici non sono consentiti” e “Nel settore ristorante non sono ammessi i bambini di età inferiore ai 14 anni”.

Lo stesso ristoratore ha ammesso di aver fatto questa scelta dolorosa e selettiva a causa di esperienze precedenti poco piacevoli: “I cani Abbaiano e sporcano. Hanno anche litigato come fossero su un ring”. Stessi episodi con i più piccoli: “I bambini, che correvano dappertutto, hanno rotto un lampadario e un vetro. Un altro bambino, nel totale disinteresse dei genitori, è caduto sbattendo la testa su un tavolino. Mi volevano perfino denunciare”.

Un locale tranquillo è sicuramente molto piacevole e rilassante ma non è piacevole sentirsi “selezionati”! Non credi?


error: Contenuto protetto da Copyright