Papa Francesco commenta Fazio: “Se mancano posti letto è anche colpa di chi evade le tasse”


Papa Francesco continua a pregare, affinchè la pandemia finisca e si possa ritornare a recuperare la serenità che ormai manca da troppo tempo. Ma oltre a rivolgere preghiere a Dio, trova anche il tempo per bacchettare gli evasori.

In una lunga intervista a La Repubblica, esprime diverse riflessioni di vario genere; di fronte a quanto accade “dobbiamo ritrovare la concretezza delle piccole cose, delle piccole attenzioni da avere verso chi ci sta vicino, famigliari, amici. Sono un esempio di questa concretezza” di vicinanza agli altri, dice il Papa, riferendosi agli operatori sanitari e a quanti sono in prima linea nella lotta al coronavirus.

Papa Francesco passa le sue giornate in Vaticano, pregando per tutti noi, e si tiene costantemente informato sull’evolversi della pandemia. E affida alcune sue riflessioni al giornalista Paolo Rodari, rivolgendo un pensiero anche a chi non crede: “Uno può dire: ‘Non posso pregare perché non credo’. Ma nello stesso tempo, tuttavia, può credere nell’amore delle persone che ha intorno e li’ trovare speranza”.

Il Pontefice spiega infine di essere rimasto “molto colpito” da un articolo scritto su Repubblica da Fabio Fazio. Lo hanno colpito “tanti passaggi ma in generale il fatto che i nostri comportamenti influiscono sempre sulla vita degli altri”.

Poi il Papa continua: “Ha ragione (Fazio) ad esempio quando dice: ‘E’ diventato evidente che chi non paga le tasse non commette solo un reato ma un delitto: se mancano posti letto e respiratori è anche colpa sua’. Questa cosa mi ha molto colpito”.

Papa Francesco: “D’accordo con Fabio Fazio. “Chi non paga le tasse commette un delitto”

Questa frase espressa da Papa Bergoglio ha suscitato non poco scalpore, a tal punto da generare una catena di commenti sui social.

Parole che vengono commentate anche su Twitter da Antonio Socci (giornalista, saggista e conduttore televisivo). Un cinguettio duro, nei confronti del Pontefice. Un tweet che però non si riferisce soltanto a quanto detto da Bergoglio circa il conduttore di Che tempo che fa. “Un Papa che cita Fabio Fazio come la sua autorità di riferimento è da barzellette”.

Insomma,  Papa Francesco critica gli italiani in modo aspro, dichiarando che se mancano i posti in terapia intensiva, la colpa è anche di chi non ha pagato le tasse, costringendo pertanto il Governo a non intensificare le terapie intensive, per mancanza di denaro. Insomma, tutti dovrebbero fare la loro parte secondo Bergoglio, evitando di farsi trasportare da comportamenti scorretti come appunto è l’evasione e non contribuire con le tasse alla vita pubblica, atteggiamento che si ripercuote inevitabilmente su noi stessi in momenti di emergenza.

Dai un occhiata alle nostre ultime notizie, che potrai leggere  👉QUI


error: Contenuto protetto da Copyright