Natale: concessi spostamenti tra regioni. Ma la mobilità sarà autorizzata solo “in casi eccezionali”


A Natale e Capodanno sarà possibile spostarsi tra regioni? E quanti congiunti sarà possibile invitare per pranzo e cenone? Le risposte ai nostri dubbi da parte della sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa.

Il Governo è pronto a varare il nuovo DPCM, che regoli le festività natalizie. Si è discusso tanto sullo spostamento tra le regioni, per permettere agli italiani di raggiungere i propri familiari durante le feste natalizie.

In questo momento sembrerebbe consentito, ma la mobilità non sarà libera per tutti, ma autorizzata solo “in casi eccezionali”, come ha detto la sottosegretaria Zampa.

Non sarà un ‘liberi tutti’, ma sarà gestito in modo appropriato l’ingresso tra regioni di diverso colore.

“Saremo molto severi, non possiamo permettere che si riveda il film dell’estate”, ha spiegato la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa sottolineando che “si contrasteranno in tutti i modi eventuali pulsioni ad aprire dei governatori”.

Scuola

Nessuna novità per gli studenti delle scuole superiori che per il mese di dicembre continueranno a frequentare le lezioni a distanza e si pensa che anche a Gennaio si continuerà con la Dad.

Orario prolungato per bar e ristoranti

Per quanto riguarda bar e ristoranti questi saranno aperti la sera, almeno in area gialla. Ci sarà però il limite di quattro clienti per tavolo. L’apertura serale dei ristoranti sarà invece vietata durante le festività. Nessuna apertura nelle zone rosse.

Mentre i negozi potranno rimanere aperti anche oltre il consueto orario, probabilmente fino alle 22, per evitare assembramenti. I centri commerciali torneranno ad essere aperti nei giorni festivi e prefestivi.

Spostamenti ridotti tra Regioni

Lo spostamento tra le Regioni, anche quelle con contagi più alti, sarà consento, ma con alcune limitazioni. L’orientamento del governo è quello di concedere ai familiari che vivono un Regioni diverse di vedersi e riunirsi.

Il Governo si avvarrà del potere ci circoscrivere delle zone che non potranno essere oltrepassate, presenti in regioni gialle e arancioni, lì dove vi è un alto numero di contagi e ospedali al collasso.

Si potrà sciare durante le feste?

La Conferenza delle Regioni ha messo nero su bianco un piano, che dovrà essere valutato dal Comitato tecnico scientifico, per chiedere la riapertura degli impianti di risalita per lo sci con alcune regole anti Covid: capienza delle funivie al 50%, vendita degli abbonamenti online e mascherina obbligatoria a bordo. Ma l’esecutivo per adesso esclude di poter autorizzare la riapertura delle piste da sci.

Dai un occhiata alle nostre ultime notizie, che potrai leggere  👉QUI


error: Contenuto protetto da Copyright