Mamma scotta e avvelena i suoi gemelli di 6 settimane: “Non mi facevano dormire”


Immagine Facebook

New York: Danezja Kilpatrick è stata accusata di omicidio per la morte di Dallis e Dakota Bentley, due neonati che sono stati trovati morti in un appartamento nel Queens, New York giovedì scorso.

La donna, di 23 anni è l’unica sospettata della morte dei suoi gemelli, rimasta chiusa in casa con i loro corpi per quattro giorni, secondo quanto pensano gli inquirenti.

La polizia ha dichiarato di aver trovato del disinfettante mescolato al latte nel biberon e di aver dato ai neonati questa soluzione, sicura di avvelenarli.

Ancor prima di avvelenarli, ha tentato di ammazzarli immergendoli in acqua bollente.

Quando la ragazza ha compreso che entrambi i suoi bambini erano morti, li ha avvolti in una coperta rosa, chiusi all’interno di un sacchetto di plastica nera e li ha infilati sotto il lavello della cucina.

I bambini non mi lasciavano dormire“, ha detto la madre alla polizia dopo essere stata arrestata, secondo i pubblici ministeri.

Mi sono arresa e ho smesso di preoccuparmi. Non mi importava dei bambini, ecco perché li ho avvelenati. ”

Sua sorella, giunta sul posto il giorno dopo dell’omicidio, aveva intuito che qualcosa non andava. “Qualcosa mi dava vibrazioni negative … Non c’erano vestiti per bambini, né biberon in casa.”

La mamma di Kilpatrick ha riferito alla polizia che non sapeva chi fosse il padre dei gemelli e che nessuno stava aiutando sua figlia con i bambini.

Kilpatrick è stata accusata per omicidio di primo e secondo grado, possesso criminale di un’arma usata contro i minori.

La prossima apparizione in tribunale di Kilpatrick è fissata per il 21 maggio.

Se condannata, Kilpatrick rischia l’ergastolo senza possibilità di libertà condizionale.

Social-Magazine.it è presente anche su Google News. Leggi tutte le nostre ultime notizie, delle tante categorie, cliccando sull’icona!


error: Contenuto protetto da Copyright