Lite a Pomeriggio 5 sul caso Pipitone. L’avvocato Frazzitta furioso: «Ho sbagliato a venire». Poi se ne va.


L’avvocato di Piera Maggio ha accettato l’invito presso la trasmissione condotta da Barbara D’Urso, ‘Pomeriggio 5’ ma ha abbandonato lo studio particolarmente furioso. Scopriamo cosa è successo.

Pochi minuti fa, in diretta su Canale 5, è scoppiato un acceso diverbio tra il legale di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, il direttore di Novella 2000 Roberto Alessi e la conduttrice Barbara D’Urso, a tal punto che l’avvocato ha abbandonato lo studio.

Nel programma del pomeriggio di Barbara D’Urso si è tornati a parlare del caso Olesya-Denise e in collegamento vi era anche l’avvocato della famiglia Pipitone, per chiarire altri dettagli dopo il suo intervento in Russia, dove è stato rivelato che il sangue di Olesya non coincideva con quello dei genitori naturali di Denise. Il legale ha così ripercorso la storia della bambina, svelando nuovi dettagli sulla sua sparizione: «In molti erroneamente pensano che Denise è sparita mentre giocava fuori alla casa della nonna. In realtà, la bimba era in casa con la nonna. All’improvviso il cuginetto, vicino di casa, si è affacciato alla porta aperta, lei lo ha rincorso e ha svoltato l’angolo. Da quel momento è sparita. Il cuginetto è subito rientrato nella sua abitazione, di lei invece si sono perse le tracce».

Dopo la precisazione, arrivano le domande degli ospiti in studio. La prima è del direttore Alessi: «Ma come faceva Olesya a non conoscere il suo gruppo sanguigno, se era già stata nel nord della Russia per un confronto con un’altra famiglia? C’era un copione?». La domanda però fa infuriare Frazzitta: «Anche in questa trasmissione c’è una scaletta, ma non vuol dire che stiamo recitando». Alessi prova a controbattere, ma il legale s’infuria. «Ho fatto male a venire», dice. E lascia la diretta. Barbara D’Urso commenta così: «C’è stato un equivoco, penso che l’avvocato non abbia capito la domanda, non era ovviamente contro di lui. Mi dispiace che abbia lasciato la diretta così. Il mio cuore va comunque a Piera Maggio». La ricerca di Denise continua.


error: Contenuto protetto da Copyright