La storia di Valentina Vassilyeva, la donna che ha partorito 69 figli


Questa foto non è reale o inerente alla storia, ma ha lo scopo puramente rappresentativo

In passato, si sa, le donne partorivano un gran numero di figli perche non vi era il controllo delle nascite e le famiglie erano sempre più numerose.

Quella che riportiamo alla memoria oggi è la storia di una donna, raccontata su tutte le enciclopedie mondiali, che di figli ne ha partoriti 69.

Valentina Vassilyeva è una donna nata e vissuta nel 1700 e detiene un record  che sicuramente nessuno mai più riuscirà a battere.

La storia di Valentina Vassilyeva

Il nome Valentina, assegnato alla protagonista, secondo diverse ricostruzioni potrebbe non essere reale e attribuito solo per dare identità ad una donna che veniva conosciuta come moglie di Fëdor Vasil’ev.

Come riporta Wikipedia, Valentina Vassilyeva è stata una contadina russa vissuta tra il 1707 e il 1765 che ebbe 69 figli, frutto di 16 parti gemellari, 7 trigemini e 4 quadrigenimi, per un totale di 27 travagli.

Un dato che prende in considerazione anche la durata minore delle gravidanze gemellari, che raramente arrivano a 37 settimane. Di 69 bambini nati, 67 sono sopravvissuti all’infanzia.

Suo marito, anch’egli un contadino russo, aveva anche altri 18 figli dal suo secondo matrimonio. Così, in tutto, aveva 87 figli. Almeno 82 di essi erano vivi nel 1782. Informazioni sulla famiglia Vasiliev sono incluse nel Guinness Book of Records.

Non mancano ovviamente i dubbi, più che leciti, relativi alla veridicità di questa storia. È possibile che Valentina Vassilyeva abbia continuato ad avere figli anche dopo i 50 anni?

Gli scienziati sono scettici, perché sappiamo molto bene che una donna non rimane fertile per tutta la vita. Non si può nemmeno non considerare le condizioni in cui si viveva all’epoca.

Nei secoli scorsi erano moltissime le donne che purtroppo morivano di parto. Ed è difficile credere che questa donna sia sopravvissuta a ben 27 travagli ma, nulla lo può negare e se tramandata, ha sicuramente del reale.


error: Contenuto protetto da Copyright