Coronavirus, l’esperta: “La maggior parte delle persone (circa l’80%) guarisce dalla malattia senza bisogno di cure speciali. Ecco come riconoscere i veri sintomi”


L’infezione da corona virus  ha  sintomi più comuni che includono: febbre, tosse, difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte.

Generalmente i sintomi sono lievi e a inizio lento. Alcune persone si infettano ma non sviluppano sintomi né malessere.

La maggior parte delle persone (circa l’80%) guarisce dalla malattia senza bisogno di cure speciali. Circa 1 persona su 6 con COVID-19 si ammala gravemente e sviluppa difficoltà respiratorie.

Le persone più suscettibili alle forme gravi sono gli anziani e quelle con malattie pre-esistenti, quali diabete e malattie cardiache. Al momento il tasso di mortalità è di circa il 2%.

Qual è la differenza tra i sintomi dell’influenza, di un raffreddore comune e del nuovo Coronavirus?

I sintomi sono simili e consistono in tosse, febbre, raffreddore. Sono tuttavia causati da virus differenti, pertanto, in caso di sospetto di Coronavirus, è necessario effettuare esami di laboratorio per confermare la diagnosi.

 

1. Il corona virus è piuttosto grande (diametro compreso tra 8 e 160 nanometri ) quindi, come spiega La Repubblica “Le mascherine standard non proteggono dal contagio di Sars-CoV-2. Né il modello ‘da sala operatoria’ né l’antismog N95 possono bloccare del tutto la diffusione del virus, ma aiutano le persone infette a prevenirla filtrando le goccioline di saliva che possono trasmettere il virus. Di contro, i respiratori N95, avendo un filtro per l’aria, possono rivelarsi barriere più efficaci da utilizzare in ambiente ospedaliero-sanitario, perché aderiscono meglio al viso coprendo naso e bocca in modo che non passi nulla dai bordi della mascherina. Per usare l’N95 in modo corretto bisogna però controllarne il funzionamento ogni volta che viene indossato”. Viste le dimensioni del virus insomma, al di sotto delle mascherine FFP3 semplicemente avrebbero tutto l’agio per muoversi e permeare.

2. Il lavaggio e la disinfezione delle mani sono la chiave per prevenire l’infezione. Dovresti lavarti le mani spesso e accuratamente con acqua e sapone per almeno 60 secondi. Se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcool (concentrazione di alcool di almeno il 60%). Se ti trovi sui mezzi pubblici, nei centri commerciali sarebbe opportuno igienizzarsi le mani più spesso. Toccare pulsanti di ascensori, maniglie può determinare il contagio, se essi sono stati toccati precedentemente da chi infetto.

3. Sulla base dei dati disponibili, si ritiene altamente improbabile che possa verificarsi un contagio attraverso le maniglie degli autobus o sulla metropolitana. È invece certo che si è nel pieno della stagione influenzale. Pertanto, se dovessero comparire sintomi come febbre, tosse, mal di gola, mal di testa e, in particolare, difficoltà respiratorie, è opportuno rivolgersi al proprio medico curante. È comunque buona norma, per prevenire infezioni, anche respiratorie, il lavaggio frequente e accurato delle mani, dopo aver toccato oggetti e superfici potenzialmente sporchi, prima di portarle al viso, agli occhi e alla bocca.

Come si manifesta

1.Il virus viaggia attraverso l’umidità presente nelle vie aeree, scende nella trachea e si installa nel polmone causando polmonite.

3.La polmonite si manifesta con febbre alta e difficoltà di respiro.

Come lo evito

1.Il nuovo coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso il contatto con le goccioline del respiro delle persone infette, ad esempio quando starnutiscono o tossiscono o si soffiano il naso.

Il virus sopravvive sulle vostre mani strofinarvi gli occhi o grattarvi il naso per esempio, e permettere al virus di entrare nella vostra gola per il vostro bene e per il bene degli altri ,lavatevi molto spesso le mani e disinfettatele.

Fonte 


error: Contenuto protetto da Copyright