Assegno unico figli: ecco gli importi (in base all’Isee) che potrai ricevere dal prossimo Luglio


Il Premier Mario Draghi ha confermato che  l’assegno unico, pari a 250 euro, sarà presto erogato alle famiglie italiane che hanno figli.
La misura, pensata dalla Ministra Bonetti, partirà in estate: il beneficio spetterà sia ai lavoratori dipendenti che agli autonomi (nonché ovviamente agli incapienti), l’importo varierà in base al reddito. Come funziona? Chi potrà percepirlo?

Assegno unico: quanto percepirà ciascuna famiglia

Pubblicata in Gazzetta ufficiale (n. 82 del 6 aprile) la legge 46 del 2021 che prevede l’assegno unico, ora è conto alla rovescia per i provvedimenti attuativi, che dovranno dare il via alla nuova misure di sostegno alle famiglie che il governo immagina di far partire dal prossimo 1° luglio, unificando, e in parte potenziando, i contributi oggi esistenti a sostegno dei nuclei con figli a carico.

L’assegno universale è, di fatto, un riordino e una semplificazione di tutte le misure di sostegno economico per i genitori con figli a carico. Verrà corrisposto mensilmente a partire dal settimo mese di gravidanza e fino al 18esimo anno di età per ogni figlio. Per i figli disabili il limite dei 18 anni viene superato.

Si tratta di una somma in denaro o di un credito d’imposta da utilizzare in compensazione per le famiglie. Per i figli successivi al secondo, l’importo dell’assegno viene maggiorato del 20%, così come avviene anche per i figli disabili. La cifra dell’assegno universale è parametrata all’Isee ma anche all’età dei figli a carico. Non concorre, comunque, a formare il reddito familiare né vale per il calcolo del reddito necessario per il riconoscimento delle prestazioni sociali a sostegno del reddito.

L’assegno sarà, inoltre, compatibile con altre forme di sostegno, come per esempio il reddito di cittadinanza, e verrà riconosciuto sotto forma di credito di imposta o erogazione diretta della somma dovuta.

Calcolo assegno unico in base all’Isee

Ma quanto si potrà ottenere?

Per poter accedere al sostegno è importante presentare l’Isee. In base ad esso verranno determinati gli importi mensili che ciascuna famiglia può ottenere:

-Con in Isee fino a 30.000 euro, l’importo annuale degli assegni sarà di 1.930 euro l’anno (161 euro al mese) per ciascun figlio minorenne e a 1.158 euro all’anno (97 euro al mese) per ciascun figlio maggiorenne fino ad un livello di Isee pari a 30mila euro (oltre alle maggiorazioni).

-Con un Isee superiore a 30mila euro il valore dell’assegno decresce in modo non lineare sino a 52mila, quindi diminuisce anche l’importo dell’assegno. Si ipotizza che verrà erogata la cifra di 800 euro l’anno (67 euro al mese) per ciascun figlio minorenne a carico e a 480 euro l’anno (40 euro al mese) per ciascun figlio maggiorenne.

La somma massima che si può ricevere è di 250 euro e riguarda nuclei familiari con Isee bassissimo o con molti figli a carico.

Se vuoi leggere tutte le notizie della nostra redazione, in tempo reale CLICCA QUI

Social-Magazine.it è presente anche su Google News. Leggi tutte le news, cliccando sull’icona!


error: Contenuto protetto da Copyright