Anche i titolari di pensione di reversibilità possono ricevere la quattordicesima nel mese di Luglio!


La pensione ai superstiti (di reversibilità) è un trattamento pensionistico riconosciuto in caso di decesso del pensionato (pensione di reversibilità) o dell’assicurato (pensione indiretta) in favore dei familiari superstiti.

La pensione di reversibilità è pari ad una quota percentuale della pensione del dante causa.

La pensione indiretta è riconosciuta nel caso in cui l’assicurato abbia perfezionato 15 anni di anzianità assicurativa e contributiva ovvero 5 anni di anzianità assicurativa e contributiva di cui almeno 3 anni nel quinquennio precedente la data del decesso.

La pensione di reversibilità, erogata in favore della moglie ancora in vita, è composta da 13 mensilità (12 più la tredicesima).

In realtà, anche per i titolari di pensione di reversibilità c’è il diritto a percepire la quattordicesima sulla pensione, ma solo se si soddisfano determinati requisiti. Quali? scopriamolo!

Pensione di reversibilità e quattordicesima: quando se ne ha diritto?

 

La mensilità aggiuntiva, o quattordicesima, viene corrisposta anche ai titolari di pensione di reversibilità che rispettino alcuni specifici requisiti. Infatti, come ricordiamo, la quattordicesima mensilità viene corrisposta nel rispetto di requisiti anagrafici e reddituali.

Chi percepisce la pensioni dei reversibilità ha diritto alla quattordicesima solo se sono presenti determinate condizioni. Una di queste riguarda l’esclusività della fonte di reddito. Ciò significa che la quattordicesima si associa alla reversibilità solo quando tale forma di sostegno economico è l’unica all’interno del nucleo familiare. Devono anche sussistere i requisiti di età e di reddito in capo al beneficiario della reversibilità e quello contributivo in capo al dante causa.

I requisiti formali perché il superstite posso ricevere la quattordicesima in associazione alla pensione di reversibilità sono:

A) avere almeno 64 anni di età (requisito anagrafico);

B) non possedere redditi personali superiori a 2 volte il trattamento minimo INPS (ossia 13.391,82 euro annui).

Ricapitolando: chi ha più di 64 anni e ha un reddito personale inferiore a 13.391 euro, potrà ricevere la quattordicesima. Ricordiamo che per reddito personale si intende tutte le entrate di un singolo individuo e risulta dunque pari alla somma del reddito da lavoro, da capitale e dai trasferimenti di denaro.

Per ricever la quattordicesima mensilità in ogni caso, non è necessario presentare alcuna domanda: l’INPS procederà d’ufficio all’erogazione della stessa a tutti i pensionati aventi diritto.


error: Contenuto protetto da Copyright