Allarme Postepay: se commetti questo errore rischi di perdere tutti i soldi del conto


Molti di noi possiedono la Postepay, la carta ricaricabile di Poste Italiane, pratica e semplice da usare. Non presuppone di possedere un conto corrente e non prevede nessuna commissione o spesa aggiuntiva. È molto utile per effettuare pagamenti on line e per trasferire piccole somme di denaro in caso di pagamenti. Ecco allora di che cosa si tratta e come usare al meglio questa carta prepagata per i propri acquisti.

Attenzione però, sono infatti, tantissimi i furti su carte Postepay e tanti sono gli utenti che scrivono per riferire in quali modi sono stati truffati.

Purtroppo però, la sicurezza riguardo alla Postepay è molto scarsa e facilmente i possessori vengono raggirati attraverso una truffa identificata con il nome di phishing tramite e-mail o sms (truffa effettuata su Internet attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile in una comunicazione digitale).

Se siete titolari di una Postepay o Postepay Evolution di Poste Italiane dovete prestare assoluta attenzione a non commettere questo errore che potrebbe costarvi tutto ciò che avete sul conto.

Truffa svuota conto

E’ infatti arrivata notizia di una nuova truffa che sfrutta nuovamente i canali di comunicazione principale, con cui l’istituto bancario che fa capo a Poste Italiane potrebbe comunicare con i propri correntisti. Questa volta, i titolari di PostePay rischiano di consegnare a truffatori professionisti i propri dati personali, perché presi dal panico, e di ritrovarsi quindi con il conto azzerato.

Come per altre situazioni, anche stavolta ai truffatori hanno deciso di utilizzare il canale delle email per raggiungere potenziali titolari di Postepay o di un conto BancoPosta. Il sistema utilizzato dai truffatori è infatti quello di inviare a pioggia messaggi che inducono il panico e dovrebbero portare a cliccare senza pensare troppo.

Ovviamente, inviando un altissimo numero di email è facile che il messaggio pericoloso finisca nella casella di qualcuno che è veramente titolare di una Postepay e che, magari distrattamente, clicchi sul link che viene proposto dal fantomatico servizio clienti.

Il messaggio invita poi a completare le informazioni raccolte da Poste Italiane cliccando su un link che dovrebbe rimandare a una fantomatica sezione dedicata proprio alle verifiche dell’identità.

Parliamo di questa ennesima truffa che ha come malcapitati possibili i titolari di Postepay o di un conto BancoPosta per ribadire ancora una volta che in realtà nessun istituto bancario, né le Poste, inviano email o messaggi per chiedere la conferma dell’identità dei correntisti.

Nel caso in cui riceviate quindi un messaggio con questo tipo di richieste, eliminatelo immediatamente e contattate la Polizia Postale o Poste Italiane per segnalare la truffa in circolazione.


error: Contenuto protetto da Copyright