Week end infernale. Attesi 45 gradi ed eventi estremi: «È la più forte ondata di caldo dell’estate, fate attenzione»


Luglio è quasi giunto al termine ma l’estate è ancora lunga e torrida.

Le colonnine di mercurio sono in aumento nel fine settimana, soprattutto in Sicilia, e da domenica al Nord, tornano i temporali. Gli esperti de Ilmeteo.it: «Non si escludono eventi meteo estremi come grandinate e nubifragi»

Week end infernale

Il clima sta cambiando a causa del surriscaldamento globale che porterà  grosse ondate di caldo, anche insopportabili e che peggioreranno di anno in anno.  Il surriscaldamento globale, in climatologia indica infatti il mutamento del clima terrestre, sviluppatosi a partire dalla fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo e tuttora in corso, caratterizzato in generale dall’aumento della temperatura media globale e da fenomeni atmosferici a esso associati.

Fenomeni temporaleschi hanno creato grossi disagi nei giorni scorsi nel nord Italia e non sono ancora terminati. Entro domenica «un nuovo fronte perturbato in ingresso dalla Francia porterà violenti temporali sulle regioni settentrionali».

Se il nord dovrà stare molto attento ai possibili fenomeni temporaleschi, il sud dovrà fare i conti con un caldo mai registrato prima.

In Sicilia si prevedono picchi fino anche di 44/45 gradi.

Valori meno esasperati ma comunque molto caldi si raggiungeranno anche sulle regioni centrali, con valori massimi intorno ai 38 gradi nelle zone interne di Toscana, Umbria e Lazio.

Al Nord rischio di eventi meteo estremi da domenica

Al Nord, l’apice del caldo si raggiungerà tra venerdì e sabato, quando le zone interne dell’Emilia vedranno i termometri salire fino a 38 gradi. E proprio sulle regioni settentrionali il tempo peggiorerà tra il pomeriggio di sabato e la giornata di domenica, quando un fronte temporalesco riuscirà a fare breccia nell’anticiclone: non si esclude il rischio di eventi meteo estremi come grandinate e nubifragi che potrebbero verificarsi, oltre che su Alpi e Prealpi, sulle pianure di Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia, interessando anche Milano e Torino. Entro la sera di domenica qualche rovescio potrebbe interessare anche Liguria e Toscana, mentre andrà decisamente meglio sul resto del Centro e al Sud.


error: Contenuto protetto da Copyright