Tutte le agevolazioni che ti spettano dopo i tuoi 65 anni!


Arrivare a 65 anni e godersi la pensione tanto meritata è un grosso traguardo e ancor di più lo è se si può usufruire di vantaggiose agevolazioni che ti faranno risparmiare grosse somme di denaro.

Pochi sanno infatti, che dopo aver spento le 65 candeline, aumenteranno i problemi di salute ma cresceranno anche le agevolazioni sia sanitarie che governative. Scopriamo insieme a cosa hai diritto dai 60 anni in sù.

Tutte le agevolazioni se hai spento 65 candeline
Esenzione sanitaria

Se il prossimo anno spegnerete la vostra 65esima candelina, è arrivato il momento di chiedervi cosa cambierà anche per quel che riguarda le esenzioni dai ticket sanitari.

Secondo l’articolo 8, comma 16 della Legge 537/1993, infatti, potrete accedere gratuitamente a prestazioni di diagnostica, sia strumentale sia di laboratorio, ma anche a visite specialistiche. In che modo? Sfruttando il diritto alla salute e il vostro codice E0 esenzione.

Se si ha più di 65 anni, l’esenzione è valida a patto che si appartenga a un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro l’anno (codice E01).

Se, invece, si è sessantenni, con una pensione minima e familiari a carico, l’esenzione è valida per chi ha:

-un reddito familiare complessivo inferiore a 8.263,31 euro;
-un reddito familiare complessivo inferiore a euro 11.362,05, con un coniuge a carico, ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (codice E04).

I codice di esenzione E01-E03-E04 valgono sempre per gli over 65, a meno che non ci siano delle modifiche nel reddito.



Esenzione Canone televisivo

A partire dai 75, potrai dire addio al canone RAI tanto odiato e pagato in bolletta dell’energia elettrica. Per chi ha superato quest’età e ha un reddito inferiore a 8.000 euro all’anno, è prevista l’esenzione dal pagamento del canone tv. Un risparmio di ben 90 euro. Istituita nel 2018, questa agevolazione era ferma a 6.713 euro. In altri casi spetta anche prima di questa soglia, soprattutto se ci sono problemi di disabilità.

Pensione a domicilio

Compiuti i 70 anni avrai la possibilità di non recarti più all’ufficio postale per riscuotere la pensione. Se non ti senti bene e preferisci non uscire, avrai possibilità di ricevere l’importo direttamente a casa tua e a consegnartelo saranno i Carabinieri in via del tutto gratuita. Questo progetto nasce da un accordo tra l’Arma e le Poste Italiane.

I pensionati potranno contattare il numero verde 800 556670 o chiamare la più vicina Stazione dei Carabinieri. Il servizio non spetta a coloro che abbiano un libretto o conto postale. O che abbiano già delegato altri soggetti alla riscossione, per esempio un amministratore. Non spetta neanche a coloro che abbiano familiari conviventi o residenti nelle immediate vicinanze. È un servizio di emergenza e deve essere lasciato a chi ne ha veramente bisogno.



Tari e agevolazione over 65

Per chi ha più di 65 anni e non supera determinate somme di reddito decise dal Comune di appartenenza, è possibile fare richiesta al proprio Caf per ottenere un agevolazione sulla Tari ovvero sulla tassa rifiuti.

Bollettini postali

Gli over 70 possono usufruire dell’esonero del pagamento del costo dei bollettini postali da 1.30 a 0.70 euro. Per ottenerlo basta presentare un documento d’ identità allo sportello.

Canone telefonico

Chi ha compiuto 75 anni e ha un reddito non superiore a 6.700 euro, avrà il diritto di non pagare più il canone telefonico. La richiesta può essere fatta tramite CAF.



Agevolazione su trasporti e mezzi pubblici

Se hai più di 60 puoi richiedere presso il tuo comune di residenza lo sconto tariffa per trasporti sia locali che non, sia su biglietto singolo che su abbonamento.

Carta acquisti

La carta acquisti è un agevolazione fornita dallo Stato per gli over 65.  Consente di ottenere 80 euro ogni bimestre e può essere richiesta da tutti i cittadini che abbiano un reddito non superiore a 6.996 euro annui.


error: Contenuto protetto da Copyright