Tragedia al cimitero: uomo cade nella buca dove stanno seppellendo la moglie e muore. Maledizione o destino?


Maledizione o semplice caso? A raccontare la tragedia è un giornale messicano: da quanto ricostruito dalle autorità locali, un uomo è morto dopo essere inciampato nella buca scavata durante il funerale di sua moglie, mentre veniva seppellita.

Pare che la buca fosse segnalata da cartelli di pericolo di cui però l’uomo non si sarebbe reso conto.

Una strana fatalità

E’ pur vero che, quando due persone si sposano, professano una frase dinanzi al parroco: “Fin che morte ci separi” per dichiarare il proprio amore dinanzi a Dio e che terminerà solo in punto di morte. Ma questa volta il destino sembra aver giocato un brutto scherzo.  Un amore stroncato lo stesso giorno.

Tragedia 

Un assurdo incidente ha aggiunto dolore su altro dolore per una famiglia di Guadalajara, nello stato messicano di Jalisco.

La tragedia si è consumata mercoledì scorso tra i viali del Panteòn de Mezquitàn, cimitero che ha ospitato molte vittime del Covid. L’uomo, 60 anni,  è morto inciampando nella fossa dove doveva essere seppellita sua moglie, morta di Coronavirus.

La buca infatti era coperta da un pannello che ha ceduto nel momento in cui l’uomo è passato sopra. A seguito della caduta l’uomo ha battuto violentemente la testa ed è morto poco dopo nonostante i soccorsi immediati da parte dei presenti e il successivo trasporto in ospedale.

Non c’è stato nulla da fare per l’uomo, poichè la buca era profonda 7 metri.

Secondo un comunicato degli stessi pompieri la buca anche se era vecchia era segnalata da cartelli di pericolo di cui però l’uomo non si sarebbe reso conto.

Diversi lettori sono sicuri che questa sia una vera e propria maledizione, altri suggeriscono che si tratti di semplice fatalità.


error: Contenuto protetto da Copyright