Torino, “Fermi tutti o vi contagio di Covid”: rapinatore in banca minaccia i presenti a colpi di tosse


Non è la scena di un film ma piuttosto un episodio raccapricciante che ha messo molta paura a molti testimoni che si trovavano in banca durante una rapina: niente colpi di pistola ma colpi di tosse di un ladro positivo al Covid.

Un uomo 62enne si è fatto consegnare 4.200 euro dicendo agli impiegati che altrimenti li avrebbe infettati. Grazie alla descrizione fatta dai testimoni, la polizia è poi riuscita a risalire allʼuomo, che è stato arrestato.

Covid e furti: come è cambiata la paura 

In tempi di pandemia, non servono più pistole o coltelli per impaurire i malcapitati nella situazione. E’ sufficiente dichiarare che si è positivi per farsi consegnare il bottino e fuggire via. A Torino, un rapinatore, per farsi consegnare il denaro, non ha usato alcuna arma bensì dei colpi di tosse e la minaccia di trasmettere il Covid a tutti.

E’ accaduto in una banca, dove, con una maschera in lattice sul volto e brandendo un bastone ortopedico, un uomo di 62 anni si è fatto consegnare 4.200 euro dicendo agli impiegati che altrimenti li avrebbe infettati con il virus. Grazie alla descrizione fatta dai testimoni, la polizia è poi riuscita a risalire al rapinatore, che è stato arrestato.

L’uomo, realmente positivo al Covid, usava questo escamotage per rapinare diversi locali: diversi giorni fa, alla periferia di Torino, aveva svaligiato un supermercato, usando le stesse minacce.

In casa del rapinatore è poi stata ritrovata la refurtiva, il materiale utilizzato per travisarsi, una pistola giocattolo, due paia di manette e l’abbigliamento indossato in banca.

Il ladro è stato arrestato con l’accusa di furto e accusato di epidemia colposa.


error: Contenuto protetto da Copyright