Ti senti gonfia e sei ingrassata di colpo? Colpa della ritenzione idrica. Ecco i modi per risolverla


Sentirsi gonfi non è una bella sensazione: ritrovarsi a pesare qualche chilo in più da un giorno all’altro non è per nulla piacevole. Colta della ritenzione idrica che colpisce 1 donna su 3.

Che cos’è la ritenzione idrica?

La ritenzione idrica  si riferisce a un eccessivo accumulo di liquido nel sistema circolatorio, nei tessuti corporei o nelle cavità del corpo. Il gonfiore causato dalla ritenzione idrica è indicato come edema. L’edema può verificarsi in mani, braccia, caviglie, gambe e piedi. Il corpo è composto per circa il 70% di acqua e l’assunzione di acqua in eccesso viene escreta dai reni sotto forma di urina. Questo sistema può essere disturbato in diversi modi, causando l’organismo a trattenere troppa acqua in eccesso.

Ecco alcuni motivi per cui potrebbe verificarsi la ritenzione idrica nel tuo corpo

1. Assunzione eccessiva di sodio: il sale è composto da due elettroliti principali: sodio e cloruro. L’equilibrio elettrolitico può essere influenzato quando l’assunzione o la perdita è eccessiva, quindi elevate quantità di sodio nel corpo possono portare a uno squilibrio elettrolitico, causando edema. Quando si consumano grandi quantità di sodio rispetto all’assunzione di acqua, l’acqua in eccesso si accumula tra le cellule situate nei tessuti del corpo o nel sistema circolatorio.

2. Carenza di vitamine o minerali: una carenza di importanti vitamine e minerali può impedire al corpo di funzionare correttamente e portare a sintomi indesiderati. Una carenza di vitamina B1 (tiamina) è una causa nota di ritenzione idrica. Una mancanza di questa vitamina nel corpo può portare a dolori, articolazioni rigide e gonfiore. Il potassio è essenziale per mantenere il corretto funzionamento di cellule, tessuti e organi e un elevato consumo di sale può portare a un impoverimento di potassio nel corpo. La vitamina B6 (piridossina) è un’altra vitamina essenziale per evitare la ritenzione idrica, poiché controlla molti aspetti dell’equilibrio idrico nel corpo.

3. Alcuni farmaci: i farmaci che aprono i vasi sanguigni, noti come vasodilatatori, calcio-bloccanti, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), estrogeni, diversi farmaci chemioterapici e alcuni farmaci per il diabete possono causare edema . Le pillole anticoncezionali contengono estrogeni e altri ormoni che possono anche causare ritenzione e gonfiore. Fai attenzione agli effetti collaterali di qualsiasi farmaco che stai assumendo e informa il tuo medico se stai riscontrando ritenzione idrica che non migliora.

Rimedi naturali per ridurre la ritenzione idrica

L’edema non è una malattia, è un sintomo. Se stai riscontrando edemi, il tuo corpo ti sta avvisando che qualcosa non funziona correttamente. La mancanza di attività fisica, cattiva circolazione, stress, mestruazioni, allergie e ipertensione sono molte altre potenziali cause di ritenzione idrica. Se dopo accurate analisi il medico ti confermerà che la tua ritenzione idrica non deriva da qualcosa di più serio, potrai optare per diversi rimedi naturali, per aiutare a ridurre la ritenzione idrica in modo autonomo.

1. Tarassaco

Il dente di leone ha un effetto diuretico, che lo rende un’ottima soluzione naturale per rimuovere l’acqua in eccesso dal corpo. Contiene anche potassio, che riduce i livelli di sodio. Immergi un cucchiaino di erbe essiccate di tarassaco in una tazza di acqua calda per circa 10 minuti, quindi filtralo. Bevi questo tè fino a tre volte al giorno per i migliori risultati.

2. Sale di Epsom

Può sembrare strano risolvere il problema usando il sale, ma un bagno di sale Epsom può aiutarti a eliminare la ritenzione idrica attraverso l’osmosi inversa. Si tira fuori i liquidi in eccesso e le tossine dal corpo. Basta mescolare 2 tazze di sale Epsom in acqua calda del bagno e immergiti per circa 15 minuti. Ripeti fino a tre volte a settimana.

3. Prezzemolo

Come il dente di leone, il prezzemolo ha anche proprietà diuretiche. Per preparare il tè usando il prezzemolo, metti 2 cucchiaini di foglie essiccate di prezzemolo in una tazza di acqua bollente e lascialo in infusione per 10 minuti. Bere fino a tre volte al giorno.

4. Ortica

L’ortica è stata usata per trattare i dolori articolari e liberare il corpo dall’acqua in eccesso . Per preparare il tè, versa acqua calda con 3-4 cucchiaini di foglie secche o radice essiccata e sorseggia fino a quattro tazze al giorno.

5. Semi di finocchio

Il finocchio agisce come diuretico e aiuta ad aumentare l’eliminazione di sodio e acqua dai reni. Può anche aiutare nella digestione. Metti 1 cucchiaino di semi di finocchio in una tazza di acqua calda, coprila e lasciala in infusione per 10 minuti. Filtra il tè e bevilo fino a tre volte al giorno.


error: Contenuto protetto da Copyright