Questa cattiva abitudine potrebbe diminuire la tua risposta immunitaria del vaccino: lo studio


Questa cattiva abitudine potrebbe diminuire la tua risposta immunitaria data dal vaccino anti-Covid e sono 6 milioni le persone che sono cadute in questo errore!

I vaccini efficaci funzionano insegnando al tuo corpo come combattere gli invasori virali e generando una risposta immunitaria che crea anticorpi protettivi. Ma proprio come le persone possono avvertire diversi effetti collaterali post vaccino, così non tutti avranno lo stesso livello di protezione quando saranno vaccinati. Per alcuni, questo è il risultato di interazioni tra farmaci o condizioni mediche che rendono le persone immunocompromesse. Ma ora, un nuovo studio ha appena scoperto che c’è un’abitudine che potrebbe anche diminuire il numero di anticorpi prodotti dopo aver ricevuto il vaccino COVID-19.

Lo studio

Un nuovo studio giapponese che non è stato ancora sottoposto a revisione scientifica, ha analizzato campioni di sangue di 378 operatori sanitari di età compresa tra 32 e 54 anni che avevano ricevuto il vaccino Pfizer tre mesi prima.

I ricercatori hanno inizialmente scoperto che i livelli di anticorpi erano più bassi negli individui più anziani, come è stato riscontrato in studi precedenti. Ma dopo aver scelto soggetti di età pari e inferiore ai 60, il team ha scoperto che gli unici fattori di rischio che hanno portato a una riduzione degli anticorpi sono: essere di sesso maschile e avere l’abitudine del fumo.

Gli autori dello studio ipotizzano che la differenza di numero di anticorpi diversi tra maschi e femmine, potrebbe essere correlata al fatto che il tasso di fumatori era due volte più alto tra i maschi rispetto alle femmine.

Hanno anche scoperto che gli ex fumatori non hanno avuto riduzione degli anticorpi, arrivando ad affermare che “non fumare  prima della vaccinazione può migliorare l’efficacia individuale del vaccino [Pfizer]”.

Gli autori dello studio hanno avvertito che i dati preliminari non sono abbastanza certi per tracciare un solido legame tra fumo e vaccinazione. Hanno sostenuto che sarebbero necessarie ulteriori ricerche sull’argomento prima di poter trarre conclusioni accertate sulla connessione.

Non ci aspettavamo che il fumo fosse un fattore di diminuzione degli anticorpi, poiché non ci sono praticamente prove disponibili che suggeriscano che il fumo sia associato a una risposta ridotta ai vaccini”.

Oltre a qualsiasi potenziale effetto che il fumo può avere sui vaccini COVID-19 , essere un fumatore abituale aumenta i rischi per combattere il virus stesso, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC). L’agenzia avverte che “essere un fumatore o un ex fumatore di sigarette può aumentare le probabilità di ammalarsi gravemente di COVID-19. Se attualmente fumi, smetti. Se fumavi, non ricominciare. Se non hai mai fumato, non iniziare.”


error: Contenuto protetto da Copyright