L’Agenzia italiana del farmaco ritira antidiuretico per reazioni avverse


L’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco ha disposto il ritiro dalle farmacie di un lotto di un antidiuretico per reazioni avverse. Nello specifico si tratta del lotto n. R13269A, con scadenza 01/2023 della ditta Ferring Spa della specialità medicinale Minirin Ddavp 60mcg 30 compresse sublinguali, AIC 023892096. Il ritiro, a scopo cautelativo, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, “è stato disposto a seguito di due segnalazioni di reazioni avverse pervenute all’Ufficio segnalazione di gestione di Aifa riguardanti sapore alterato salato, ai sensi dell’art. 70 D. L.vo 219/2006. Minirin è indicato per il trattamento del diabete insipido centrale e per il trattamento dell’enuresi notturna primaria in pazienti (dai 5 anni di età) con normale capacità di concentrare le urine”.

Antidiuretico Minirin

Minirin/DDAVP appartiene al gruppo di farmaci chiamati analoghi della vasopressina, che riducono in modo
temporaneo la quantità di urina prodotta dall’organismo.
E’ indicato, solo quando non è possibile la somministrazione orale, per:
• trattamento del diabete insipido ipofisario, idiopatico o sintomatico (una malattia che causa una continua
produzione di urine e sete intensa)
• trattamento di poliuria (abbondante produzione di urine) e polidipsia (sete intensa e persistente) postchirurgiche, reversibili o permanenti
• enuresi notturna primaria (perdita involontaria di urina durante la notte)
• diagnosi differenziale del diabete insipido
• prove di funzionalità renale.


error: Contenuto protetto da Copyright