Famiglia veneta distrutta dal Covid: madre, padre e figlio morti in 20 giorni


Strage Covid in Veneto: una famiglia di 3 persone morte a causa del virus e uccise in 20 giorni.

Ivan Busso, Gina Smerghetto e Gianni Busso sono le tre vittime strappate da questa terra a causa del maledettissimo virus che ha sconvolto le nostre vite.

Ivan è la prima vittima, residente a Mira, era un falconiere e spesso di esibiva negli alberghi di lusso di Venezia. E’ stato lui il primo a contrarlo e a morire, purtroppo.

I genitori sono stati ricoverati nella terapia intensiva dell’ospedale di Mestre, proprio mentre il 42enne era nel reparto del Covid-hospital.

Successivamente è deceduta anche la madre di 65 e infine il padre di 72 anni.

Un calvario iniziato il 3 dicembre, quando Ivan Busso, sposato e con una bambina di 2 anni, ha accusato i primi sintomi. Nei giorni successivi, a causa della febbre alta, è stato ricoverato nel Covid Hospital di Dolo, prima nel reparto di medicina e poi in terapia intensiva. La sua condizione si è però aggravata a causa di un’ulteriore infezione e il primo di gennaio è morto. Ivan non aveva patologie pregresse.

Secondo Repubblica, proprio il giorno del suo funerale, venerdì 15 gennaio, è arrivata la notizia del decesso della madre Gina Smerghetto. Dopo soli tre giorni è morto anche il marito, Gianni Busso. La moglie di Ivan Busso, Elisa, ha presentato un esposto sulle cause del decesso: il marito non aveva patologie pregresse e la morte sarebbe stata causata da un’ulteriore infezione batterica. La procura di Venezia ha aperto un fascicolo.

Entrambi i genitori di Busso sono stati ricoverati nella terapia intensiva dell’ospedale di Mestre, proprio mentre il 42enne era in ospedale a Dolo. Gina Smerghetto si è ammalata circa una settimana dopo il figlio, ed è morta qualche ora prima del funerale di Ivan. Mentre il padre, Gianni Busso, ricoverato l’11 dicembre, in un primo momento sembrava essere migliorato. Qualche sera fa i parenti sono riusciti a sentirlo in un’ultima videochiamata. Le sue condizioni si sono però di nuovo aggravate, e alle 4 del 19 gennaio è arrivata la notizia del decesso.

Social-Magazine.it è presente anche su Google News. Leggi tutte le nostre ultime notizie, delle tante categorie, cliccando sull’icona!

 

Se desideri ricevere i nostri aggiornamenti vi e-mail, scrivici ad info@social-magazine.it


error: Contenuto protetto da Copyright