Esme, muore a 5 mesi nelle braccia della zia. Non aveva patologie pregresse


Esme Brotherton è la protagonista di questa tragedia, una bimba inglese di 5 mesi, che è stata trovata morta nelle braccia di sua zia, che le faceva da baby sitter mentre i suoi  i genitori erano andati ad un concerto a Manchester. Portata con urgenza in ospedale, non c’è stato nulla da fare. Dalla vicenda ad oggi è passato ormai diverso tempo, esattamente 2 anni, ma dal risultato dell’autopsia non si è mai capito quale sia stata la causa del decesso.

La piccola non soffriva di patologie pregresse: era nata con 19 giorni di anticipo con un taglio cesareo d’emergenza, ma dopo essere stata curata per l’ittero, non ha avuto mai più problemi di salute.

Danielle, la zia della piccola, era sotto shock quando si è resa conto che la piccola aveva dei mancamenti. Ha subito chiamato i genitori, che si sono precipitati in ospedale.
Non si tratta di omicidio ma resta un grosso  dubbio riguardo alla sua morte.

A raccontare la vicenda è direttamente la zia:

Esme era sdraiata sopra il mio braccio, lei era sulla schiena… ad un certo punto ho sentito mio figlio piangere al piano di sopra. L’ho lasciata sdraiata sulla schiena ed è stato letteralmente un secondo, ma quando sono tornata ho notato che le labbra di Esme erano di un colore strano. L’ho presa subito in braccio ma sembrava incosciente. Poi sono andata al telefono e ho chiamato l’ambulanza“. La zia ha provato a rianimare la nipotina, così come hanno fatto i paramedici arrivati sul posto. Ma per Esme non c’è stato nulla da fare.

La dottoressa Naomi Carter, patologa forense, che ha eseguito l’autopsia sulla bambina ha dichiarato: “Sono stati fatti tentativi per nutrire Esme con il suo biberon, ma non riusciva a mandarlo giù molto bene, quindi è stata messa in un lettino da viaggio per vedere se si sarebbe sistemata. Ma continuava a non stare benissimo, così Danielle Brotherton l’ha messa sul divano con lei. I primi rapporti dell’epoca indicano che si era addormentata e si era svegliata all’una di notte e l’ha trovata sdraiata accanto a lei, priva di conoscenza. È morta tra le 22:30 e l’una di notte, ma non possiamo fornire l’ora esatta” ha aggiunto il medico. Esme “era ben nutrita e appariva in buona salute e non ci sono prove in termini medici di cosa abbia causato o contribuito alla morte”.


error: Contenuto protetto da Copyright