Dieta in menopausa: lo schema alimentare per perdere 10 kg in un mese


Con il termine menopausa s’intende l’ultimo flusso mestruale della vita biologica della donna; la diagnosi peraltro va indagata e cercata con anticipo, in quanto sono necessari 12 mesi di assenza di flusso per poter stabilire con certezza l’inizio della menopausa.

L’età media in cui insorge la menopausa è di circa 49 anni ma può variare tra 45 e 53 anni. Si parla di menopausa precoce quando l’attività ovulatoria termina ancor prima dei 40 anni.

In questa delicatissima fase, la donna avverte degli importanti cambiamenti e disturbi che compaiono proprio a causa dalle alterazioni degli ormoni femminili per eccellenza: gli estrogeni. Per fortuna non tutte le donne vivono questa parte della vita in modo sofferente e angosciante; essa è una fase fisiologica della vita e con l’aiuto di validi rimedi naturali, farmacologici e stile di vita sano, si potrà godere di una vita serena e ugualmente soddisfacente.

La donna ne risente psicologicamente non solo per la perdita della fertilità, ma anche per la presenza di alcuni sintomi
come la sudorazione e le vampate di calore, oltre ad una perdita di concentrazione.

Tra le conseguenze della menopausa c’è l’aumento di peso, la secchezza di pelle e capelli e un aumento della pressione.
Si possono avere anche problemi di calcio per questo e importante seguire una giusta alimentazione.

Bisogna tener presente di tutti i cambiamenti di questa fase, soprattutto di quelli ormonali, che possono portare conseguenze molto serie.

Nell’alimentazione e importante mantenere stabile il livello del calcio e quello della vitamina D. La dose corretta di calcio ogni giorno deve essere di 1200/1500 milligrammi e di 10 microgrammi al giorno di Vitamina D.
Per la vitamina D e importante anche la luce del sole o anche l uso di integratori.

Spesso solo un alimentazione corretta non basta,si possono aggiungere estrogeni(contenuti nei legumi) per diminuire ansia, sudorazioni o insonnia.

In menopausa l alimentazione non deve essere povera, deve contenere il 25% di grassi che prevengono tante patologie e danno anche energia. Per la colazione si consiglia latte scremato con cereali.

Vi proponiamo lo schema alimentare da seguire per perdere fino a 10 kg in un mese.

Menù

Vediamo un esempio di menù settimanale che comprende un regime giornaliero di più o meno 1400 calorie.

Lunedì
: Colazione: una tazza thè o caffè, 200 ml di latte parzialmente scremato oppure di yogurt magro, con 30 grammi di cereali integrali e 4 fette biscottate.
Spuntino del mattino: un frutto o una spremuta di arancia.
Pranzo: 70 grammi di pasta, 150 grammi di pesce spada con limone, fagiolini lessati e un frutto di stagione.
Spuntino del pomeriggio: un frutto.
Cena: 200 grammi di petto di pollo ai ferri, cavoli saltati in padella, 40 grammi di pane integrale e un frutto di stagione.

Martedì
:
Colazione: 150 grammi di yogurt magro con 30 grammi di cereali integrali o due biscotti secchi.
Spuntino del mattino: una spremuta.
Pranzo: 70 grammi di pasta integrale condita con un sugo di pomodoro fresco e basilico, poi insalata mista e 60 grammi di formaggio.
Spuntino del pomeriggio: un frutto.
Cena: 150 grammi di bresaola o prosciutto crudo (senza grasso) con contorno di zucchine trifolate e 40 grammi di pane.



Mercoledì
:
Colazione: 200 ml di latte parzialmente scremato e una fetta di pane integrale con marmellata di frutti rossi.
Spuntino del mattino: un frutto o una spremuta.
Pranzo: 150 grammi di sgombro al forno con pomodorini, con biete cucinate in padella e 70 grammi di pane ai 5 cereali.
Spuntino del pomeriggio: un frutto.
Cena: 70 grammi di riso integrale e 150 grammi di lenticchie in scatola.

Giovedì
:
Colazione: 150 grammi di yogurt magro, con 4 fette biscottate.
Spuntino del mattino: un vasetto di yogurt magro.
Pranzo: 70 grammi di polenta bianca o gialla, 150 grammi di ceci in scatola conditi pomodoro, insalata di lattuga e rucola.
Spuntino del pomeriggio: una spremuta.
Cena: 200 grammi di spigola al forno, con spinaci o pomodori, 40 grammi di pane e un frutto.



Venerdì
:
Colazione: 200 ml di latte parzialmente scremato, con 4 biscotti integrali o 4 fette biscottate con miele.
Spuntino del mattino: una spremuta.
Pranzo: 50 grammi di pasta e pomodorini, tacchino ai ferri con edamame e un frutto di stagione.
Spuntino del pomeriggio: un frutto o una spremuta.
Cena: 200 grammi di bresaola o prosciutto cotto, 40 grammi di pane integrale e un frutto.



Sabato
:
Colazione: 200 ml di latte parzialmente scremato, 30 grammi di cereali integrali e frutto.
Spuntino del mattino: frutto.
Pranzo: 100 grammi di mozzarella con pomodoro in insalata, accompagnati da 70 grammi di pane integrale
Spuntino del pomeriggio: spremuta di arancia.
Cena: 150 grammi di orata al forno, 150 grammi di patate al forno (senza burro), poi zucchine e fagiolini lessati.

Domenica
:
Colazione: 150 grammi di yogurt magro, 4 fette biscottate con marmellata.
Spuntino del mattino: frutto.
Pranzo: 150 grammi di branzino agli aromi, erbette saltate in padella con 70 grammi di pane integrale o di soia.
Spuntino del pomeriggio: spremuta di arancia.
Cena: 70 grammi di riso integrale o orzo con zucca e rosmarino, poi zucchine grigliate e 60 grammi di formaggio.

Naturalmente prima di iniziare qualsiasi dieta bisogna consultare il proprio medico, il quale saprà indicare o sconsigliare alcuni alimenti e prevedere un regime alimentare adeguato al proprio fisico, alla salute e all’età.


error: Contenuto protetto da Copyright