Coronavirus, la beffa: ora la Cina mette in quarantena chi arriva dall’Italia


 

 

Il vice segretario generale del governo municipale della capitale, Chen Bei ha annunciato in conferenza stampa di mettere in quarantena tutti i cittadini che, per motivi di lavoro, arriveranno a Pechino dall’Italia, Iran Giappone e Corea.

A precisare che i cittadini italiani saranno tenuti in isolamento, visto i 1800 casi di Coronavirus Covid-19, sono anche molti quotidiani cinesi che, quasi come una beffa, riempiono le testate giornalistiche e i quotidiani, quasi una risposta al fatto che, settimane fa, l’Italia aveva bloccato i voli dalla Cina all’Italia.

La misura, secondo quanto è stato spiegato in un comunicato, coinvolge sia i cittadini cinesi residenti in Italia e sia gli stranieri. In mancanza di una dimora a Pechino, l’auto-isolamento sarà osservato in un hotel designato.

Cina, registrati nuovi casi di coronavirus importati dall’Italia

Se la Cina è riuscita a rallentare i contagi tra cittadini dello stesso stato, ora sta combattendo contro gli infetti stranieri  che potrebbero importare nuovamente il virus nelle zone ancora non infette.

Il primo è stato registrato lunedì e riguardava una persona proveniente dall’Italia: ora si registrano sette nuovi casi di persone infette che arrivano dal nostro Paese. Sono i cosiddetti “contagi di ritorno” e riguardano sette persone provenienti dall’Italia e quattro da Iran e Regno Unito.

Si tratta di casi registrati fuori dall’Hubei, la provincia dove si trova Wuhan, epicentro del focolaio di coronavirus. In totale in Cina sono stati superati gli 80mila contagi, con 2.943 vittime accertate, stando ai dati forniti dalla commissione sanitaria nazionale cinese. Nella giornata di ieri si sono registrati 125 nuovi: il numero più basso dal 21 gennaio.


error: Contenuto protetto da Copyright