Bambino di 9 anni scappa di casa e va dai carabinieri per denunciare il padre: «Abusa di mia sorella»


Un piccolo grande eroe ha trovato il coraggio di denunciare suo padre che aveva ripetutamente violentato suo sorella. E’ scappato di casa e si è incamminato, da solo per la strada, fino a raggiungere la stazione dei Carabinieri.

Bambino di 9 anni scappa di casa e va dalla polizia

Grazie alla richiesta d’aiuto del bambino, l’incubo per una adolescente è finito con l’arresto della madre e del patrigno. Il giovane, di soli 9 anni, si è rivolto ai Carabinieri e ha denunciato il padre che abusava di sua sorella.

La vicenda è avvenuta a Malaga, in Spagna, ed è raccontata dal Diario Sur. Il bambino, uscito di casa per recarsi a scuola, si era invece recato in un commissariato della polizia per denunciare diversi problemi in famiglia. «Mangio poco e male perché devo cucinarmi da solo, nessuno mi accompagna a scuola, mi lavo raramente», aveva raccontato il bambino agli agenti. Fino all’ultima rivelazione, ancora più agghiacciante: suo padre abusava sessualmente della sua sorellastra.

La famiglia era composta da un 41enne e una 36enne, una figlia di 15 anni (avuta dalla donna da una precedente relazione) e altri tre bambini, di 9, 7 e 3 anni. Il bambino era stanco di restare in una famiglia che commetteva del male a ciascuno di loro.

Per verificare la veridicità dei fatti raccontati, la polizia locale di Malaga ha fatto irruzione nell’appartamento in cui viveva la famiglia, trovando un ambiente sporco e degradato e ha interrogato i minori. Per questo motivo, la coppia è stata arrestata: il 41enne è accusato di violenza sessuale, la sua compagna di cinque anni più giovane di avergli lasciato totale libertà nel violentare sua figlia.


error: Contenuto protetto da Copyright