Agenti di polizia rinunciano ai buoni pasto e donano cibo alle famiglie bisognose


Bellissimo gesto da parte degli Agenti della Polizia di Stato che hanno rinunciato ai loro buoni pasto per aiutare le famiglie bisognose di Bari.

In un periodo di grande emergenza sanitaria e di grande crisi economica, aiutare gli altri e offrire del cibo e dei beni di prima necessità a chi ne ha bisogno, è un gesto che profuma di solidarietà, di amore, di altruismo.

E’ ciò che è accaduto a Bari, dove gli agenti del IX Reparto Mobile, hanno utilizzato i loro buoni pasto per aiutare le persone che sono difficoltà e non possono più contare su un reddito fisso a causa delle problematiche economiche legate al lockdown,

Gli agenti pertanto hanno deciso di dare il corrispettivo di 3000 euro alla Caritas, per ridistribuire i genere alimentari di prima necessità alle famiglie che più hanno bisogno e si trovano in difficoltà.

L’iniziativa è stata portata avanti con Ladisa Ristorazione che cura il servizio mensa Polifunzionale della Polizia di Stato, mentre la Caritas Diocesiana di Bari presieduta da Don Mimmo, il cappellano della Polizia di Stato, si occuperà di individuare le famiglie più in difficoltà a cui donare i bene alimentari.

Un gesto di generosità per dimostrare di essere vicini alle difficoltà e ai meno fortunati che spesso non hanno neppure un pasto per sfamarsi.

Come loro sono tantissime le persone che in questo momento stanno facendo del loro meglio e aiutando in mille modi possibili chi si trova in difficoltà, tutti gesti bellissimi che in questi tempi difficili aprono le porte alla speranza per il futuro.


error: Contenuto protetto da Copyright