Un idraulico speciale: ha riparato gratuitamente l’impianto di riscaldamento a 10.000 anziani bisognosi e disabili per proteggerli dal freddo


Un idraulico inglese ha riparato gratuitamente il riscaldamento di più di 10.000 famiglie per garantire loro del calore nelle fredde ore invernali. Queste persone, non hanno un reddito sufficiente per pagare un idraulico, spesso rinunciano alle fonti di riscaldamento, compromettendo il loro stato di salute, già precario a causa dell’età o per le patologie di salute.


Immagine: Nation,com

James Anderson è un uomo britannico di 53 anni e negli ultimi 21 anni ha lavorato come idraulico offrendo i suoi servizi professionali nella città di Burnley, in Inghilterra.

Tuttavia, dal 2017 James ha deciso di lavorare gratuitamente per aiutare le famiglie bisognose, dopo aver appreso tramite i giornali, che un anziano disabile era stato truffato da un idraulico che aveva fatto pagare all’uomo la somma di £ 5.500 per un lavoro di riparazione dell’impianto di riscaldamento.

Dopo aver sentito quella storia, James ha deciso di fondare un’organizzazione no profit chiamata DEPHER (Disabili e anziani:  idraulici a risposta alle emergenze di riscaldamento) in modo da poter aiutare le persone bisognose con servizi di riparazione idraulica e riscaldamento gratuitamente. Dalla creazione della ONG nel 2017, James ha aiutato più di 10.279 famiglie in varie località del Regno Unito che richiedevano il servizio di emergenza.

Immagine: Nation,com

In un’intervista per ABC 17 News, James ha commentato il suo lavoro: “Fondamentalmente, forniamo un servizio di supporto a qualsiasi persona anziana disabile e vulnerabile di qualsiasi età”.

Quando è arrivata la pandemia, James ha deciso di continuare con i suoi servizi gratuiti e in un post sul suo account Facebook ha scritto a riguardo: “Dall’inizio del 2020 e durante la pandemia, abbiamo lavorato sette giorni su sette per offrire ciò di cui le persone hanno bisogno. Abbiamo affrontato la lotta con te e continueremo a farlo fino alla fine, non ti abbandoneremo mai ”.

In questo modo, più di 2.000 famiglie nella sua comunità hanno beneficiato dei servizi gratuiti di James e del suo team,  poiché sanno quanto sia importante aiutare le persone bisognose, come gli adulti che non godono di una ricca pensione e che soffrono il freddo.

Nell’intervista al medium ABC 17 News, ha affermato che circa il 40% dei fondi proviene da donazioni attraverso la pagina GoFundMe mentre il restante 60% è ottenuto grazie ai propri lavori privati.

Immagine: Facebook

Inoltre, ha espresso le sue ragioni per continuare in questo meraviglioso progetto di aiuto sociale: “Lo faccio perché mi fa stare bene dentro. Aiutate le persone a vivere molto più a lungo e aiutatele a non soffrire ”.

Certamente un uomo con un grande cuore!

Dai un occhiata alla sua pagina Facebook ricca di testimonianze: Facebook


error: Contenuto protetto da Copyright