Tutte le agevolazioni e bonus che ti spettano in base all’età: a 50, 60, 70, 80 anni!


Pochi sanno che sia lo Stato che i Comuni, erogano molti aiuti e bonus in favore dei cittadini che hanno compiuto 50 anni e oltre,  spesso, senza tener conto dell’ISEE ma solo perchè aventi diritto per l’età.

In questo articolo illustreremo tutte le agevolazioni 2021 in base a ciascuna fascia d’età: 50, 60, 70, 80 anni.

Vi preannunciamo che sono disponibili agevolazioni davvero molto interessanti come la riduzione delle tariffe per i mezzi di trasporto pubblici, del canone RAI over 75 e quello telefonico Telecom, dei bollettini postali, della TARI tassa sui rifiuti, esenzione ticket per visite ed esami ma anche dei farmaci e tante altre iniziative che è sempre bene conoscere e diffondere.

Agevolazioni e bonus dai 50 anni in su

E’ stata messa in atto un’ importante agevolazione destinata alle persone che abbiano compiuto i 50 anni di età.

Essa consiste in un bonus rivolto alle imprese che decidono di assumere dei lavoratori con più di 50 anni, beneficiari della Naspi, di cassa integrazione o di reddito di cittadinanza.

La persona da assumere dovrà avere un età da 50 anni in sù e risultare disoccupata da minimo 12 mesi.

In questo caso  il datore di lavoro che assumerà il soggetto over 50, avrà diritto alla riduzione dei contributi del 50% per 12 mesi, nel caso in cui l’assunzione sia a termine e 18 mesi se si tratterà di assunzione a tempo indeterminato.

Possono beneficiare di questa agevolazione anche le cooperative, che instaurano con i soci lavoratori un rapporto di lavoro in forma subordinata, e le imprese di somministrazione che assumono dei lavoratori con lo scopo della somministrazione.

Tale agevolazione è destinata anche alle imprese che decidono di assumere a tempo indeterminato tutti coloro che sono in cassa integrazione da 3 mesi.

L’ obbiettivo del bonus dà la possibilità a ciascun 50ene di ritrovare un lavoro perso e poter continuare a vivere dignitosamente, assicurandosi un posto fisso in questo momento di crisi, uno stipendio e ulteriori contributi da accumulare per una futura pensione.

Unica agevolazione per i 50enni, considerati ancora giovani e in grado di trovare lavoro.

Agevolazioni e bonus dai 60 anni in su

BONUS TRASPORTI

Sono stati stanziati interessanti agevolazioni per chi ha compiuto 60 anni e riguarda i Trasporti pubblici, autobus, metropolitana e tram: in tutti i Comuni di Italia sono previsti degli sconti tariffa per viaggiare con questi mezzi.

Come richiedere il bonus trasporti?

Occorre verificare sul sito ufficiale della società che gestisce il trasporto urbano nella propria città o al Comune, tramite i CAF e Patronati, se e quali sono le agevolazioni riservate a chi ha più di 60, e i requisiti richiesti, l’ISEE 2021 e come fare la domanda.

Trenitalia ad esempio, offre sconti e offerte vantaggiose per viaggiare in treno a chi ha superato 60 anni età.

Agevolazioni anziani che viaggiano in aereo: Alitalia offre sconti ed offerte per i senior con più di 65 anni. Lo sconto applicato sulle tratte nazionali è pari al 30% mentre per quelle estere, la riduzione della tariffa è in funzione della località internazionale da raggiungere.

Vi ricordiamo inoltre che con la precedente Legge di Bilancio è stata reintrodotta la detrazione 19% sul costo di abbonamento treni e autobus.

Altri sconti si possono applicare se hai superato 60 anni: biglietti gratis o sconti a musei, cinema, teatro.

BONUS TARI OVER 65

Per chi ha più di 65 anni e non supera determinate somme di reddito decise dal Comune di appartenenza, è possibile fare richiesta al proprio Caf per ottenere un agevolazione sulla Tari ovvero sulla tassa rifiuti.

CARTA ACQUISTI

La carta acquisti è un agevolazione fornita dallo Stato per gli over 65.  Consente di ottenere 80 euro ogni bimestre e può essere richiesta da tutti i cittadini che abbiano un reddito non superiore a 6.996 euro annui.

Vi ricordiamo che anche nel 2021 sarà possibile richiedere il reddito di cittadinanza disoccupati e inoccupati e la pensione di cittadinanza pensionati.

ESENZIONE SANITARIA

Se il prossimo anno spegnerete la vostra 65esima candelina, è arrivato il momento di chiedervi cosa cambierà anche per quel che riguarda le esenzioni dai ticket sanitari.

Secondo l’articolo 8, comma 16 della Legge 537/1993, infatti, potrete accedere gratuitamente a prestazioni di diagnostica, sia strumentale sia di laboratorio, ma anche a visite specialistiche. In che modo? Sfruttando il diritto alla salute e il vostro codice E0 esenzione.

Se si ha più di 65 anni, l’esenzione è valida a patto che si appartenga a un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro l’anno (codice E01).

Se, invece, si è sessantenni, con una pensione minima e familiari a carico, l’esenzione è valida per chi ha:

-un reddito familiare complessivo inferiore a 8.263,31 euro;
-un reddito familiare complessivo inferiore a euro 11.362,05, con un coniuge a carico, ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (codice E04).

I codice di esenzione E01-E03-E04 valgono sempre per gli over 65, a meno che non ci siano delle modifiche nel reddito.

SCONTI BOLLETTA LUCE E GAS

Secondo le associazioni di consumatori quasi la metà degli aventi diritto a questa agevolazione non sa di poter richiedere il bonus energia e gas.

Requisiti:

-Nuclei familiari con ISEE inferiore a 7.500 euro e nuclei familiari con più di 3 minori a carico e ISEE inferiore a 20.000 euro
-Utenti che si trovano in gravi condizioni di salute e necessitano di apparecchiature mediche per restare in vita. Il nucleo familiare dell’utente può richiedere il bonus.

Qual è l’entità del bonus?

Elettricità:

-Nucleo familiare con 1 o 2 componenti – 80 euro annuali
-Nucleo familiare con 3 o 4 componenti – 93 euro annuali
-Nucleo familiare con più di 4 componenti – 153 euro annuali

Nel caso degli utenti che hanno diritto allo sconto per motivi di salute, questo dipende dalla potenza descritta in contratto, dal tipo di apparecchiatura salvavita e dal tempo di utilizzo giornaliero. Lo sconto va dai 417 euro ai 628 l’anno.

Gas:

-Nucleo familiare fino a 4 componenti – acqua calda e uso cottura = 31 euro
-Nucleo familiare fino a 4 componenti – acqua calda e uso cottura e riscaldamento – 189 euro
-Nucleo familiare con più di 4 componenti – acqua calda e uso cottura = 49 euro
-Nucleo familiare con più di 4 componenti – acqua calda e uso cottura e riscaldamento = 279 euro

PENSIONE DI CITTADINANZA

La pensione di cittadinanza è un provvedimento statale, volto a contrastare la povertà ed è direttamente collegata al reddito di cittadinanza. Secondo il decreto vigente, hanno diritto alla pensione di cittadinanza tutti i pensionati over 67 che ricevono un assegno al di sotto di 780 euro (soglia di povertà fissata dall’Istat). Le domande si presentano presso gli sportelli di Poste Italiane, i CAF o tramite SPID sul sito Reddito di Cittadinanza. Sul sito INPS è possibile verificare lo stato delle domande. Chi richiede la prestazione riceve tramite SMS la conferma di avvenuta trasmissione della domanda e il numero di protocollo. Si può anche contattare telefonicamente il Contact Center dell’INPS.

Se nel nucleo familiare c’è una persona disabile, si ha un accesso agevolato alla pensione di cittadinanza.

BONUS TELEFONIA MOBILE

Telefonia mobile over 60 – Tariffe agevolate
Esistono attualmente diverse offerte adatte alle persone più anziane, che utilizzano meno il telefono cellulare ma che hanno bisogno di essere reperibili in ogni momento da figli e nipoti.

Qui di seguito alcune proposte tariffarie delle comuni compagnie di telefonia mobile rivolte alle persone anziane:

Wind: All inclusive Senior – tariffe agevolate pensate per l’utenza over 60;
TIM: TIM 60 Senza Limiti – utile se si utilizzano Internet e chat;
Fastweb Mobile Base- non è esplicitamente dedicato alle persone anziane è una soluzione per chi vuole spendere il meno possibile;
Tiscali Mobile Start – altra soluzione economica;
Iliad Voce: conveniente per chi effettua molte chiamate

Agevolazioni e bonus dai 70 anni in su

ESENZIONE CANONE TV

A partire dai 75, potrai dire addio al canone RAI tanto odiato e pagato in bolletta dell’energia elettrica. Per chi ha superato quest’età e ha un reddito inferiore a 8.000 euro all’anno, è prevista l’esenzione dal pagamento del canone tv. Un risparmio di ben 90 euro. Istituita nel 2018, questa agevolazione era ferma a 6.713 euro. In altri casi spetta anche prima di questa soglia, soprattutto se ci sono problemi di disabilità.

PENSIONE A DOMICILIO

Compiuti i 70 anni avrai la possibilità di non recarti più all’ufficio postale per riscuotere la pensione. Se non ti senti bene e preferisci non uscire, avrai possibilità di ricevere l’importo direttamente a casa tua e a consegnartelo saranno i Carabinieri in via del tutto gratuita. Questo progetto nasce da un accordo tra l’Arma e le Poste Italiane.

I pensionati potranno contattare il numero verde 800 556670 o chiamare la più vicina Stazione dei Carabinieri. Il servizio non spetta a coloro che abbiano un libretto o conto postale. O che abbiano già delegato altri soggetti alla riscossione, per esempio un amministratore. Non spetta neanche a coloro che abbiano familiari conviventi o residenti nelle immediate vicinanze. È un servizio di emergenza e deve essere lasciato a chi ne ha veramente bisogno.

TARI

Tari e agevolazione over 70

Per chi ha più di 65 anni e non supera determinate somme di reddito decise dal Comune di appartenenza, è possibile fare richiesta al proprio Caf per ottenere un agevolazione sulla Tari ovvero sulla tassa rifiuti.

BOLLETTINI POSTALI

Gli over 70 possono usufruire dell’esonero del pagamento del costo dei bollettini postali da 1.30 a 0.70 euro. Per ottenerlo basta presentare un documento d’ identità allo sportello.

CANONE TELEFONICO

Chi ha compiuto 75 anni e ha un reddito non superiore a 6.700 euro, avrà il diritto di non pagare più il canone telefonico. La richiesta può essere fatta tramite CAF.

IVA AGEVOLATA E AGEVOLAZIONI IRPER AL 19%

Le persone con una disabilità over 70 o con una ridotta capacità motoria hanno il diritto ad una serie di agevolazioni fiscali (aliquote Iva agevolate e detrazioni Irpef) per acquistare ausili tecnici e informatici per facilitare l’autosufficienza, assistere e svolgere la riabilitazione, l’integrazione e la comunicazione interpersonale.

Ecco alcuni esempi di prodotti a cui si applica un’aliquota Iva agevolata e detrazione IRPEF:

-protesi e ausili per compensare menomazioni funzionali permanenti (pannoloni per incontinenza, traverse, letti e materassi ortopedici antidecubito e terapeutici, cuscini antidecubito per sedie a rotelle);
-sussidi tecnici e informatici per l’autosufficienza e l’integrazione
apparecchi auditivi;
-ausili necessari ad accompagnare e sollevare la persona, anche con motore o altro meccanismo di propulsione, inclusi i servoscala e montascale adatti al superamento di barriere architettoniche per soggetti con ridotte o impedite capacità motorie.

Ai bonus appena menzionati, dedicati a tutti gli over 70, dovranno essere aggiunti tutti i bonus dedicati a chi ha superato 60 anni d’età, che potrete leggere in questo stesso articolo.

Agevolazioni e bonus dai 80 anni in su

I bonus previsti per chi ha compiuto già 80 anni sono da considerare tutti quelli sopra citati (60-70 anni)  cui si aggiunge il bonus da 1200 euro per ultra ottantenni disabili.

BONUS 1200 EURO

Tra i numerosi emendamenti che il DR (Decreto Rilancio) stabilito dal Governo ha approntato per venire in soccorso delle persone che si trovano a vivere in uno stato di difficoltà, c’è anche quello relativo ad un bonus di 1.200 euro per coloro che si occupano dell’assistenza di un familiare affetto da disabilità, che ha compiuto 80 anni.

Il bonus di 1.200 euro, erogato in un’unica soluzione, sarebbe erogato dunque a tutti coloro che si trovano nella condizione di dover assistere una persona convivente in stato di infermità e disabilità croniche e degenerative.


error: Contenuto protetto da Copyright