Russia, moglie obesa soffoca il marito con il suo fondoschiena: “Non mi ha chiesto scusa”


Singolare episodio di omicidio in Russia dove una donna ha soffocando suo marito con il suo fondoschiena prosperoso, perchè non le aveva chiesto scusa dopo una lite.

La donna, in forte sovrappeso, ha deciso di uccidere il marito senza le armi, sentendosi più volte umiliata pertanto, ha pensato di stargli sopra fino a quando l’uomo ha smesso di respirare.

La figlia è corsa a chiedere aiuto ai vicini, ma all’arrivo dei soccorsi per l’uomo non vi era più nulla da fare.

Secondo quanto riferisce la stampa internazionale, la donna che ha commesso l’omicidio ha 45 anni, Tatyana O e sposata da 20 anni.

La signora, che pesava oltre 100 chili, ha pensato di farla pagare cara al marito, sedendosi sopra di lui, dopo che quest’ultimo, a suo dire, non le aveva chiesto scusa dopo il litigio.

L’uomo di corporatura meno massiccia, non è riuscito a sollevarla e non è stato in grado di chiedere aiuto. Quando la figlia è rientrata e ha capito che cosa stava succedendo, ha subito chiamato i soccorsi, tentando anch’ella di allontanare la madre. All’arrivo del 118 però, per l’uomo non vi era più nulla da fare: rimasto senza ossigeno è praticamente morto soffocato. La 45enne è stata prelevata invece dalle forze dell’ordine.

La condanna

Perchè la donna avrebbe commesso ciò, utilizzando il suo corpo massiccio per soffocarlo?

Lei ha subito raccontato la verità: voleva dargli una lezione ma non pensava minimamente di ucciderlo. Inizialmente la signora è stata condannata per omicidio, poi i giudici però hanno riconosciuto delle attenuanti.

Al momento la donna è soltanto accusata di negligenza. Per questo la signora Tatyana è stata condannata a 18 mesi di lavori correttivi e condannata a pagare circa 2.000 sterline in “danni morali”. Il giudice della Corte che ha seguito il processo ha ritenuto effettivamente che la donna non volesse uccidere il marito.

Nei prossimi giorni sicuramente si potranno conoscere ulteriori dettagli su questa vicenda che sta facendo discutere tutta la Russia. La notizia è stata riportata dal quotidiano britannico The Sun. La vittima del delitto si chiamava Aidar. Sul caso si attendono quindi ulteriori riscontri da parte degli investigatori.


error: Contenuto protetto da Copyright