Rimini, figlia dodicenne fa arrestare il padre che picchiava la madre


La violenza sulle donne non è mai ammissibile e il colpevole di tanta crudeltà fisica e psicologica è bene che paghi caramente. Un’adolescente ha fatto arrestare il padre che picchiava ripetutamente la madre, stanca di ignorare i litigi tra i due e di sopportare maltrattamenti personali.

Rimini, figlia dodicenne fa arrestare il padre che picchiava la madre

Una ragazzina di 12 anni, ha visto il padre che picchiava la madre. Così, per interrompere il litigio violento, ha chiamato la polizia e ha fatto arrestare il genitore. È successo la notte scorsa a Rimini. A chiedere aiuto, e a far arrestare il padre, appunto è la figlia dodicenne della coppia che, spaventata, è scesa in strada e ha chiamato la Polizia.

La telefonata della ragazzina alla centrale operativa è arrivata intorno all’una di notte. Piangendo ha chiesto aiuto perché il padre stava appunto picchiando la madre. I poliziotti l’hanno trovata in strada in lacrime. Davanti agli agenti, entrati in stanza in albergo, l’uomo – un 35enne italiano – ha inizialmente negato litigio e aggressione ma la donna è apparsa, secondo quanto ricostruito, provata e con segni di violenza sul viso.

La vittima avrebbe poi trovato il coraggio di raccontare agli agenti quanto accaduto, riferendo di diversi episodi pregressi di violenza, sia fisica sia verbale, anche in presenza dei figli minori. Sul corpo aveva segni di percosse precedenti. Ha riferito di non aver mai denunciato il marito temendo per la propria incolumità e per quella dei bambini.

La donna è stata quindi accompagnata in pronto soccorso, mentre l’uomo – con precedenti penali – è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e portato in carcere.


error: Contenuto protetto da Copyright