Paola Perego e la lotta contro il mostro: «Ho provato a rompermi il braccio al muro per gli attacchi di panico»



Immagine: Youtube

Bruttissima esperienza per la conduttrice che ha raccontato la sua storia in un intervista. Gli attacchi di panico, tanto temuti da tutti, rappresentano per Paola un vero e proprio mostro contro cui combattere ogni giorno con forza e tenacia.
La conduttrice televisiva afferma di aver vissuto attimi di vita infernali: la battaglia contro l’ansia e gli attacchi di panico, quelli che lei chiama mostro. Con anche atti di autolesionismo, come quella volta che tentò di rompersi un braccio da sola contro il muro. Su Instagram Paola Perego ha pubblicato alcuni passaggi del suo libro Dietro le quinte delle mie paure, edito da Edizioni Piemme e che sarà in vendita dal prossimo 12 maggio.

Paola Perego e la sua lotta

«L’ansia non è un dolore reale – scrive Paola Perego in un lungo post pubblicato su Instagram – e io non ce la facevo più a stare male per qualcosa che non si può vedere, così continuai a battere il braccio sinistro contro il muro del salone, con tutta la forza che avevo, nella speranza di sentire qualcosa di vero che non fosse il panico. In quell’occasione scoprii che non è così semplice rompersi qualcosa da soli (riuscii solo a farmi venire una contusione) e scoprii anche che il Mostro era un osso molto più duro di quello del mio braccio».

«Il momento in cui pensai di aver toccato il fondo – ma ahimè non lo avevo nemmeno lontanamente raggiunto – fu quando provai in tutti i modi a rompermi il braccio sbattendolo contro il muro», ha spiegato ancora. Una fase di vita davvero drammatica che adesso Paola Perego pare aver superato ma i ricordi fanno male. Basta solo tanta forza di coraggio per superare tutto ciò che è curabile e da cui si può guarire.

Attacchi di panico: il male del secolo

Che sono soltanto un brutto ricordo oppure se si ripercuotono nella propria vita di tanto in tanto, gli attacchi di panico rappresentano sicuramente qualcosa di poco piacevole.

L‘attacco di panico è un episodio che insorge improvvisamente ed è caratterizzato da un’improvvisa paura, un malessere generalizzato che assume delle caratteristiche ben precise.

Sintomi e manifestazioni somatiche

Ogni uomo o donna manifesta il suo panico e la sua ansia in modo diverso ma in linea generale, le manifestazioni psicosomatiche possono essere:

  • Sensazione di caldo o freddo improvviso
  • Senso di oppressione toracica
  • Sbandamento
  • Testa confusa
  • Malessere diffuso
  • Formicolii
  • Palpitazioni
  • Sudorazioni
  • Cefalea
  • Sensazione di nodo alla gola
  • Difficoltà respiratorie
  • Ipersensibilità alla luce e ai colori
  • Improvvisa perdita di coscienza
  • Blocco improvviso delle mani e della lingua

Si stima, infatti, che siano almeno 10 milioni gli italiani che hanno vissuto almeno una volta questa esperienza. Il panico non è ansia all’ennesima potenza e neppure una smodata timidezza. Il panico è la paura di avere paura, di perdere il controllo, di non essere capace di uscire da una situazione, timore di morire; esso è un disturbo d’ansia che coinvolge repentinamente e nello stesso momento la sfera fisica, emotiva e cognitiva.


error: Contenuto protetto da Copyright