Modella 23enne insultata per la sua disabilità: “Io sono bella dentro, ma da bambina pensavo che Dio mi avesse maledetta”


(Immagine: @lorenvieramedia)

La modella che vedete in foto ha 23 anni ed è stata attaccata dagli haters (persone che pubblicano commenti negativi ed insulti sui social) a causa della sua disabilità, offese del tutto ingiuste per una ragazza così giovane e bella. Ha dovuto rispondere alla loro cattiverie dicendo: “Credo di essere bella fuori ma ancor di più dentro”.

Mahogany Geter, è nata con il linfedema, una condizione a lungo termine in cui il liquido in eccesso si accumula nei tessuti molli del corpo, causando gonfiore, in questo caso sul lato sinistro.

Ha dichiarato che nonostante sia stata inondata di commenti “ignoranti” sul suo aspetto, “non ha avuto altra scelta” che elevarsi al di sopra della loro cattiveria.

Ora mostra la sua disabilità con servizi fotografici potenzianti su Instagram e allo stesso tempo sensibilizzando sulla sua condizione su YouTube e altre piattaforme social.

La 23enne ha detto che non aveva ‘altra scelta’ se non quella di superare la cattiveria dei degli haters anche se ha sofferto molto. Nessuno merita di essere insultato per la sua malattia.

Mahogany, a cui è stata diagnosticata la patologia poco dopo la nascita, può solo provare ad alleviare il dolore causato dal gonfiore poiché attualmente non esiste una cura per questo.

Quello che può fare per ridurre al minimo il gonfiore è una routine di massaggi fisioterapici e linfodrenanti.

Nonostante la sua difficile condizione, Mahogany non si è arresa ed è determinata a farsi un nome nel settore della moda, con sua madre, Timika, che la supporta in ogni fase del percorso.

Mahogany, la maggiore di tre sorelle, ha detto: “Mia madre era così preoccupata quando mi è stata diagnosticata, ma abbiamo superato tutto insieme. Da bambina non mi sono mai sentita bella, pensavo che Dio mi avesse maledetta. Mi sentivo brutta, come uno scherzo della natura e ho pianto in privato così tante volte.

Poi ho deciso che mi era stata data questa condizione perché sono emotivamente forte e posso gestirla.

“Da allora ho imparato ad accettare e celebrare me stessa.

Voglio aiutare le altre persone a superare le loro diversità. Ora credo di essere bella dentro e fuori. Sono orgogliosa di ciò che il mio corpo può fare”.

Troppe persone crudeli cercano di deridere Mahogany con commenti che le dicono di “amputare la gamba così avrà un aspetto migliore”, ma lei ha imparato a ignorarli.

Mahogany ha detto: “Ho ricevuto la mia giusta dose di commenti ignoranti, una persona mi ha detto che la mia gamba sembrava un involtino di prosciutto e una ragazza a scuola mi ha chiamato una cagna deforme.

(Immagine: @lorenvieramedia)

È stato così difficile elevarsi al di sopra di queste persone cattive, ma non ho altra scelta.

Per molto tempo mi sono sentita così a disagio con me stessa, ma una volta che sono cresciuta e con un sacco di supporto dalla comunità online del linfedema e da mia madre che è la mia ispirazione, è così forte che ho capito quanto sono bella.

“Non solo esteriormente ma come persona.

Significa che posso fare del mio meglio per ispirare le altre persone ad accettarsi e vedere quanto sono belle”.

Al momento non sto lavorando perché mi sto concentrando su come migliorare la mia gamba. Passo molto tempo a disegnare, ascoltare musica e pubblicare contenuti sul mio canale YouTube”.

Giorno per giorno la ragazza gestisce le sue condizioni con massaggi, medicazioni compressive e fisioterapia. Beve molta acqua per svuotare il suo sistema e deve evitare cibi salati e alcol.

Sfortunatamente soffre di continue riacutizzazioni della cellulite, una dolorosa infezione della pelle causata dal gonfiore. Spesso viene ricoverata per cure con antibiotici.

Nonostante i tempi difficili, onestamente mi sento come se vivessi una vita normale. Cerco di essere forte e di rimanere concentrata sui miei sogni di farcela come modella.

Se mai riuscissi a fare le cose in grande, voglio comprare una casa a mia madre e prendermi cura della mia famiglia, allora farò tutto il possibile per aumentare la consapevolezza del linfedema per ripagarlo a tutti coloro che mi hanno mai mostrato gentilezza.”


error: Contenuto protetto da Copyright