Marito e moglie divisi dal Coronavirus dopo 60 anni di matrimonio, si salutano dalla finestra: “niente e nessuno ci può dividere”


 

Una storia commovente che arriva in questa situazione di emergenza: marito e moglie divisi dal Coronavirus dopo 60 anni di matrimonio, si salutano dalla finestra con occhi lucidi, come se il loro amore fosse appena sbocciato, uniti con la propria forza contro tutto.

La storia di Dorothy Campbell, 88 anni, e del marito Gene, 89, divisi per la prima volta in 60 anni di matrimonio dal Coronavirus. Lui, infatti, dopo aver contratto il nuovo virus, si trova in quarantena presso la casa cura Life Center di Kirkland, diventata epicentro dell’epidemia negli Stati Uniti. Per evitare che i contagiati possano trasmettere il virus, non è permesso a nessuno entrare nelle stanze.

I coniugi così si salutano dal vetro, mettendo le mani una sull’altra come per toccarsi. Arriva direttamente dallo stato di Washington, Stati Uniti, una delle tante storie d’amore ai tempi del Coronavirus.

Protagonisti sono due anziani, Dorothy Campbell, 88 anni, e il marito Gene, 89, divisi per la prima volta in 60 anni di matrimonio dal nuovo virus.

Dorothy, è una donna malata, riesce con fatica a camminare, ma sorretta dal figlio Charlie, si reca ogni giorno a rivedere il marito.

I loro occhi sono lucidi, sofferenti, dopo 60 anni insieme, tra gioie e dolori, nessuno dei due vuole rinunciare a stare uno accanto all’altro, per quel poco di tempo che rimane, non vogliono che un virus li divida, divida il loro amore.

I fotografi accorsi fuori dalla casa di riposo per documentare quanto sta succedendo nella struttura hanno immortalato la scena e le immagini dei due coniugi hanno ben presto fatto il giro del mondo.

Buona vita ai coniugi.


error: Contenuto protetto da Copyright