Mamma partorisce il figlio e lo uccide con forbicine per unghie: per lei solo 2 anni di carcere


Uccidere il proprio bambino per poi ricevere una misera pena di soli due anni di carcere: questo è quanto accaduto in Ucraina meridionale dove una trentenne e già madre di altri 2 bambini, ha partorito il terzo genito per poi gettarlo nella spazzatura dopo averlo ucciso.

Mamma uccide il neonato con forbicine: il motivo è assurdo!

Lei è Anastasia Skorychenko, ha 30 anni e non merita di essere chiamata madre, nonostante lo è: lo scorso 5 Gennaio ha partorito, in totale segreto, in casa, il suo terzo bambino ma ha deciso di disfarsene prontamente, aggredendo il nascituro con delle forbicine usate per pedicure e poi lo ha riposto nella spazzatura.

Il movente? non era in grado di crescere suo figlio a causa di una disperata condizione economica in cui viveva. Questo è quanto ha riferito agli inquirenti.

L’antefatto

La 30enne di Mykolaiv, madre di due bambine di 4 e 7 anni, avrebbe nascosto a tutti la gravidanza e il parto pianificando, già da tempo l’omicidio del neonato. Al tribunale di Mykolaiv, ha dichiarato di aver avuto contrazioni durante la notte, di essersi alzata dal letto e di aver partorito da sola, in balcone, in una bacinella.

Sono state 22 le ferite da taglio trovate sul corpicino, al collo, all’addome, alle mani del bambino; in seguito ha preso il corpo martoriato e lo ha chiuso in un sacchetto, abbandonandolo nel bidone della spazzatura condominiale. E’ stato infatti un inquilino del palazzo ad accorgersi dell’omicidio.

Nonostante il delitto così atroce, la donna sconterà, secondo quanto deciso dal tribunale, solo 2 anni di carcere, nonostante è stata dichiarata sana a livello psicologico e priva di disturbi depressivi.

Social-Magazine.it è presente anche su Google News. Leggi tutte le nostre ultime notizie, delle tante categorie, cliccando sull’icona!

 

Se desideri ricevere i nostri aggiornamenti vi e-mail, scrivici ad info@social-magazine.it


error: Contenuto protetto da Copyright