Lino Banfi devastato dalla malattia confessa: “Fatemi morire con lei”


Lino Banfi, il grande nonno Libero della fiction di Rai Uno, legato a sua moglie come poche coppie, fa delle affermazioni che strapperebbero le lacrime a chiunque.

Sarebbe pronto a morire insieme a lei, a causa della terribile malattia che ha colpito, da molto tempo ormai, la sua amata.

La vita di Lino Banfi con Lucia

Lino Banfi, pseudonimo di Pasquale Zagaria nato ad Andria 84 anni fa, è un attore, comico, sceneggiatore ed ex cabarettista italiano.

Durante la sua lunga carriera ha recitato in ruoli sia comici sia drammatici e lavorato con alcuni noti registi del cinema italiano, quali Luciano Salce, Nanni Loy, Steno, Dino Risi e Lucio Fulci.

La sua famiglia, profondamente cattolica, lo spinse a provare l’esperienza del seminario, ma lui si sentì portato per fare spettacolo ed esordì come cantante nelle feste musicali di paese. Fu proprio il Vescovo a suggerirgli di intraprendere la carriera di attore comico, in quanto durante le recite parrocchiali in cui interpretava Giuda, San Giovanni e San Pietro, ridevano tutti.

Intuì presto che il suo destino era quello di intraprendere la carriera artistica, contro il volere dei genitori, i quali ritenevano che questo non fosse un vero e proprio lavoro.

Il 1º marzo 1962, dopo 10 anni di fidanzamento, sposò Lucia Lagrasta, una parrucchiera ed ebbero due figli, Walter e Rosanna. Quest’ultima, anche lei attrice, ha recitato molto spesso a fianco del padre, sia al cinema sia in televisione. Lino Banfi ha due nipoti, entrambi figli di Rosanna.

Lino e Lucia hanno affrontato duri periodi insieme: Lucia, infatti, è malata da diversi anni e soffre di problemi cognitivi.

Intervistato da Mara Venier nel salotto di Domenica In, l’attore ha parlato del suo grande amore per la donna che ha sposato affermando che, pur avendo lavorato al fianco di alcune tra le attrici più belle a livello internazionale, nei suoi pensieri c’è sempre stata lei.

Oggi il loro amore è messo a repentaglio dalla terribile malattia della donna, l’Alzheimer che rischia di farle dimenticare gli splendidi anni d’amore vissuti. “Non accetto che mia moglie non stia bene – ha confessato al Messaggero -, in un momento in cui mi sarei voluto godere la mia vita accanto a lei”. 

A volte, mi chiede come farò quando lei non sarà più in grado di riconoscermi – ha confessato -. E io, per tranquillizzarla, le rispondo che ci ripresenteremo un’altra volta. Oggi sta bene – ha aggiunto -. È sorridente, mi riconosce, anche se sa bene quale può essere la sua strada”.

Nonostante ciò Lino Banfi non trova pace: “Mangio porcherie, cose che mi fanno male – ha raccontato -: a volte lo faccio perché non so che fare della rabbia. Io mi sento di avere la mente fresca di un trentenne – ha concluso -. Tanti attori, molto più giovani di me, mi invidiano la memoria. E poi ho una salute di ferro: non ho mai preso una pillola in vita mia: il colesterolo e i trigliceridi sono perfetti”.

Lino Banfi e i ricordi

L’attore pugliese ha poi ricordato una delle frasi più belle che la moglie gli abbia mai detto:

Stavo per accettare il posto fisso offerto da un senatore amico di mio padre. Mia moglie, stupendamente innamorata, mi disse: ‘Devi andare per forza domani a questo colloquio? Noi i debiti ce li avremo sempre, continua a fare il tuo lavoro di attore, non mi va di avere un marito triste.”

Il racconto di Lino Banfi ha commosso la conduttrice Serena Bortone e il pubblico a casa che ha seguito la trasmissione con grande attenzione.

In una recente intervista, Lino Banfi ha spiegato:

Se possibile, cercate di far morire insieme mia moglie e me, perché l’uno senza l’altro non riusciremmo a stare”.

Un amore grande. genuino, puro, mai tradito che merita di essere l’esempio più bello in una società in cui il matrimonio ha perso il suo valore  reale. Lunga vita ad entrambi…


error: Contenuto protetto da Copyright