ISEE 2022, ecco come abbassarlo in modo del tutto legale per avere più bonus (anche su luce e gas) e meno tasse


Bonus, bonus e ancora bonus: il nostro Governo italiano, da quando è scoppiata la pandemia, ha tentato di sostenere le famiglie italiane erogando vari bonus, in favore di coloro che non superavano una determinata soglia ISEE. Basti ricordare il reddito di emergenza ma non solo:

  • Reddito e pensione di cittadinanza (RdC e PdC);
  • Assegno Unico;
  • Bonus prima casa per i giovani under 36;
  • Bonus affitto;
  • Bonus energia (sconto sulle bollette di luce acqua e gas);
  • Riduzione delle tasse universitarie;
  • Esenzione dal ticket sanitario;
  • Bonus bebé

Tutti questi bonus vengono erogati in misura diversa e ciò dipende dal proprio ISEE.

Ma che cos’è realmente l’ISEE e come si calcola? Scopriamolo e cerchiamo di capire anche in che modo abbassarlo per ottenere i bonus!!! In modo del tutto legale naturalmente!

ISEE e come calcolarlo

L’indicatore della situazione economica equivalente, in acronimo ISEE, è uno strumento che permette di misurare la condizione economica delle famiglie nella Repubblica italiana. È un indicatore che tiene conto di reddito, patrimonio e delle caratteristiche di un nucleo familiare.

Per calcolare l’ISEE si procede in questo modo:
  1. si calcola l’ISE,  che è dato dal reddito complessivo del nucleo familiare più il 20% del patrimonio mobiliare e immobiliare
  2.  si divide l’ISE per il parametro della scala di equivalenza.
ISEE 2022: come abbassarlo legalmente. I consigli degli esperti…

come abbassare l isee in modo legale

Ridurre l’ ISEE molto elevato per ottenere agevolazioni e bonus convenienti è l’obiettivo di molti, ma pochi lo raggiungono. L’ISEE 2022, prende come riferimento la situazione economica di dell’anno 2020, scoppio della pandemia e che per molti ha significato la perdita del lavoro.

Prima di tutto bisogna sapere che l’indicatore Isee non corrisponde alla situazione economica di una singola personale, ma del nucleo familiare a cui appartiene.

Per questo motivo, quando richiederai l’ISEE ti verranno chiesti diversi documenti: codice fiscale di tutti i componenti della famiglia, giacenza media dei conti, dati del patrimonio immobiliare così come risultanti da visura catastale…

Per avere un ISEE basso ci sono degli accorgimenti da prendere prima della presentazione della DSU, ma non sempre questi sono efficaci. Il metodo migliore per abbassare l’ISEE resta dunque quello di presentare un ISEE corrente, ma ciò è possibile solamente in determinate circostanze.

A tal proposito, ecco una guida utile su come fare per avere un ISEE che sia il più basso possibile; ovviamente si tratta di farlo in maniera del tutto legale, e non – ad esempio – eludendo i propri redditi al Fisco, un sistema che sì abbassa l’indicatore ma che vi potrebbe mettere in guai ben peggiori.

Ricordiamo che avere un ISEE basso per certi versi può essere conveniente, basti pensare che esso può darvi diritto ad ottenere il reddito di cittadinanza oppure il bonus bollette luce e gas che in questo momento grava molto sulle spese degli italiani.

Il bonus luce e gas, che equivale a quasi 100 euro o più in bolletta, viene erogato in favore di famiglie con ISEE basso. Dai un occhiata al nostro articolo: ⇒Il Bonus gas e luce di Draghi è un gran successo: sconto su ogni bolletta di oltre 120€. Richiedilo ora

Abbassare l’ISEE è possibile?

Volendo pensare a delle soluzioni legali per abbassare l’ISEE ne possiamo individuare alcune efficaci:

1. Abbassare l’ISEE intervenendo sulla giacenza media dei conti correnti

Ad esempio, una delle soluzioni è quella per cui il contribuente potrebbe procedere con la cointestazione di un conto corrente bancario o postale. In questo modo, infatti, la quota di spettanza cala notevolmente. La giacenza media dello stesso, infatti, viene considerata nell’ISEE per la metà dell’importo.

Va detto, però, che deve trattarsi di una persona esterna al nucleo familiare; diversamente, anche se cointestato, la giacenza media del conto corrente pesa per intero sull’ISEE. La cointestazione, quindi, deve essere con un’altra persona di fiducia; l’importante è che non appartenga al nucleo familiare.

2. Abbassare l’ISEE intervenendo sui beni immobili inabitati

Uno degli elementi che concorre ad aumentare l’Isee è la proprietà di un immobile. Quindi una maniera per abbassarlo sarebbe intestare una casa ai figli o ai genitori. Si può anche concedere l’usufrutto della casa, conservando la nuda proprietà (che non viene calcolata ai fini Isee).

3. Abbassare l’ISEE richiedendo l’ISEE corrente

Un altro modo per abbassare l’Isee 2022, sarebbe quello di presentare il modello Isee corrente aggiornando i redditi del nucleo familiare in tempo reale. Se la propria situazione economica è peggiorata, perché magari si è perso un lavoro si può sempre aggiornare il proprio Isee agli ultimi 12 mesi o addirittura agli ultimi due.

Quindi, qualora la situazione economica sia più svantaggiosa nel 2021 rispetto al 2020, allora conviene richiedere l’ISEE corrente (che a differenza di quello ordinario ha validità 6 mesi) così da abbassare l’indicatore e avere maggiori possibilità di percepire prestazioni per il sostegno del reddito.

come abbassare l 'isee

4. Abbassare l’ISEE svuotando il conto

Un altro modo per abbassare il proprio Isee è svuotando il proprio conto corrente e chiedendo alla banca di emettere un assegno circolare intestato a una terza persona (conservando però la custodia dello stesso). Il denaro rimane in custodia della banca fino a quando il richiedente chiede la revoca dello stesso (entro i tre anni).

5. Abbassare l’ISEE aggiornando la composizione del nucleo familiare

Altra maniera per abbassare l’Isee in maniera legale è aggiornando la composizione del nucleo familiare. Nel mondo in cui una persona, ad esempio, esce dal nucleo familiare dei genitori (cambiando la propria residenza) e non è fiscalmente a carico degli stessi, abbassa il proprio Isee.

Entra a far parte del nostro gruppo WhatsApp di Social Magazine, potrai leggere tutti i nostri articoli che pubblichiamo. Unisciti cliccando Qui





error: Contenuto protetto da Copyright