Emilio Fede: “La mia pensione? Prendo 8mila euro al mese ma non mi bastano”


In questo periodo di grande crisi, molte famiglie stanno affrontando le grosse difficoltà economiche che derivano dal lockdown prolungato.

Alcune settimane fa abbiamo riportato le parole di Albano che diceva di avere diversi problemi finanziari.

L’artista in un’intervista all’Agi commenta le difficoltà economiche che sta riscontrando dopo che i suoi concerti sono stati annullati. “Se le cose continuassero malauguratamente ad andare male e un giorno dovessi vivere di sola pensione non me la passerei tanto bene“, dichiara.

L’assegno per la sua pensione, rivela Albano Carrisi, ammonta “a 1470 euro al mese, fino a qualche mese fa erano soltanto 1370. Non capisco come sia possibile visto che nella mia vita ho sempre versato i contributi, fin da quando ero contadino qui in Puglia e poi metalmeccanico a Milano“.

Sono molte le star che lamentano danni economici a causa del Coronavirus e tra questi anche Sandra Milo, che si è incatenata ai cancelli di Palazzo Chigi. Al Bano si dichiara pronto a seguirla se la situazione dovesse peggiorare, dopo che le date anche all’estero sono state annullate.

Ho calcolato che i miei risparmi mi faranno stare tranquillo per 2 anni. Se sono in difficoltà io, figuriamoci gli altri“, ha commentato il cantante pugliese.

Impossibili le regole stabilite

 

Ripensando alle regole da rispettare per riprendere i concerti, li dichiara impraticabili: “Nei miei concerti vengono normalmente circa 10mila spettatori, con un massimo di mille non riuscirei a coprire neanche le spese per i tecnici“.

Albano Carrisi spiega che i proventi dei suoi concerti servono anche a coprire le spese per la sua azienda vinicola: “Finanzio i miei vigneti, l’albergo, il ristorante e pago gli stipendi dei miei 50 dipendenti.

Adesso ho solo uscite e nessuna entrata, a parte quella, che non ripiena certo le spese, relativa al mio vino“.

Queste sue parole hanno scatenato  l’ira degli italiani che hanno rivolto accuse contro il cantante: con 1400 euro di solito ci vivono intere famiglie, composte da più persone e non è corretto che il cantante sminuisca così una cifra che invece, sarebbe sufficiente per vivere dignitosamente, addizionata alle ricchezze accumulate da cantane in tutta la sua carriera.

Ma a quanto pare, non è l’unico a pensare che bisogna avere una pensione alle stelle per vivere dignitosamente. Diverso tempo fa anche Emilio fede aveva fatto una dichiarazione che ha lasciato tutti sbalorditi.

Emilio Fede: “La mia pensione? Prendo 8mila euro al mese ma non mi bastano”

Ho una pensione da 8mila euro al mese, dopo tanti anni di lavoro. Ma non mi bastano. Devo pagare la rata della macchina in leasing, l’autista, la badante e l’affitto di casa. E le bollette. Una volta non pagavo nulla”.

E’ lo sfogo dell’ex direttore del Tg4, Emilio Fede, a La Zanzara su Radio 24, intervista rilasciata 2 anni fa. “Non sono tanti, c’è anche la benzina, la cameriera ad ore, le bollette dei telefonini. Alla fine del mese non mi avanza niente”.

A chi mi dice qualcosa: vadano affanculo e a pulire i cessi“, continua Fede. In banca sono rimasti “12mila euro, il resto è sotto sequestro – ha spiegato -. Per tre udienze in tribunale l’avvocato Alecci mi ha portato via 400mila euro, lei è stata condannata a restituirmi i soldi ma finora non lo ha fatto”.


error: Contenuto protetto da Copyright