Ecco chi può e come chiedere la sospensione del mutuo in tempi di Coronavirus


 

A causa delle gravi difficoltà economiche che stanno interessando tutto il paese, si sarebbe valutata l’ipotesi di sospendere i mutui. Ma chi avrà diritto a questa agevolazione momentanea?  Scopriamolo.

Mutui sospesi fino a 9 rate per chi, a causa dell’emergenza sanitaria del coronavirus, ha perso il lavoro o semplicemente ha subito una “sospensione dal lavoro o una riduzione dell’orario di lavoro”.

A poter beneficiare saranno sia i lavoratori autonomi che i dipendenti. Per inoltrare la domanda sarà necessario rivolgersi alla propria banca che ha erogato il mutuo e tramite essa si potrà anche accedere al Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa gestito da Consap ( in questi casi previsto l’Isee).

Queste le novità previste dal decreto legge 18 del 17 marzo 2020, all’articolo 54.

Più nel dettaglio…

– possono “saltare” fino a 9 rate lavoratori autonomi e dipendenti che a causa del coronvirus hanno sospeso o ridotto l’orario di lavoro;

– al Fondo di Solidarietà possono accedere tutti, indipendentemente dal reddito.

– oltre alla quota capitale viene sospeso solo il 50% degli interessi maturati durante il periodo di sospensione. “Il Fondo (…) provvede al pagamento degli interessi compensativi nella misura pari del 50% degli interessi maturati sul debito residuo durante il periodo di sospensione”.

Tra le prime banche ad aver avviato il processo di sospensione del pagamento dei mutui è stata Intesa SanPaolo attuando una modalità “virtuale” della gestione a distanza, della richiesta di sospensione del mutuo, via telefono o email e lo scambio dei documenti originali tramite posta o corriere.

La sospensione delle rate dei finanziamenti in essere, può essere richiesta fino a 6 mesi. Tutto dipenderà dalla durata della Pandemia.


error: Contenuto protetto da Copyright