Coronavirus: Mila è malata di tumore e bacia suo padre dalla finestra. La foto che ha commosso il web


Come tutti sappiamo, il Coronavirus è molto pericoloso e per chi immunodepresso, lo è ancora di più. Le difese immunitarie di coloro che hanno i tumori sono molto basse e qualsiasi infezione  può diventare fatale.

La bambina che vedete in foto si chiama Mila, e nelle ultime settimane è diventata “la bambina amata da tutti” poichè ha commosso il web e fa capire quanto sia importante restare a casa, per il rispetto di chi è già malto e chi no.

La piccola, malata di leucemia, è diventata uno dei simboli di questa pandemia globale e la sua foto la ritrae mentre saluta suo padre dietro la finestra perchè non può correre il rischio di venire a contatto con lui.

La foto che ha commosso il web

Mila Sneddon ha soli 4 anni e risiede con la sua famiglia a Falkirk, in Scozia. Nonostante la tenera età, la bimba sta affrontando la dura battaglia contro la malattia e si sta sottoponendo a cicli di chemioterapia.

Le parole della mamma

Il motivo per cui Mila può vedere e salutare suo padre solo dalla finestra è molto semplice: il padre della piccola è un militare pertanto, è sempre a contatto con molte persone ed il rischio di un possibile contagio sarebbe troppo grande per una bambina già indebolita dal tumore e dalla chemio.

I genitori hanno deciso pertanto di vivere in case diverse e la piccola parla con il padre attraverso programmi di videochiamata o va a farle visita per guardarla dietro ad una vetrata.

È stato doloroso separarci, spero che questa immagine aiuti a comprendere l’importanza dell’auto disciplina alle persone che continuano a ignorare le linee guida del governo. Quando lo ha visto per la prima volta oltre il vetro, era confusa. Mi ha chiesto: ‘Perché papà non può entrare?’. Le ho spiegato che è per la sua sicurezza, ha capito. Spero che la sua storia sia un esempio, ci sono tanti bambini vulnerabili come lei che hanno bisogno di maggiore protezione”

ha raccontato Lynda, la mamma della piccola, al Daily Mail. La donna ha poi concluso:

“Per tutti è difficile, ma più si continua a trasgredire, più a lungo dovremmo rimanere a casa”


error: Contenuto protetto da Copyright