Affitto gratis al 100%, a riferirlo è l’Agenzia delle Entrate


Le famiglie in difficoltà sono sempre di più e a causa della Pandemia molti hanno perso il lavoro, altri non riescono a garantirsi una vita dignitosa usufruendo dei sussidi erogati dallo Stato.

Ma finalmente arriva una buona notizia dall’Agenzia delle Entrate per coloro che pagano l’affitto, sarà accordato il 100% dell’importo. Ecco le nuove regole esposte nel messaggio del 27 Ottobre 2021.

Affitto gratis al 100%!

L’Agenzia delle Entrate con il provvedimento numero 291082 de 27 ottobre 2021 determina il contributo a fondo perduto in riferimento al “bonus affitto 2021“.

Il contributo a fondo perduto, per sostenere le spese di affitto, è entrato in vigore con il decreto legge numero 137 del 28 ottobre 2020, con successive modificazione nella legge numero 176 del 18 dicembre 2020. Le risorse stanziate per questa misura sono superiori alle richieste inviate dagli aventi diritto e quindi, l’Agenzia pertanto l’Agenzia delle Entrate ha deciso di garantire il 100% dell’importo a tutti coloro

Chi può fare richiesta?

Possono chiedere il beneficio i locatori di immobili ad uso abitativo, inoltre, l’immobile deve:

-essere ubicato in un comune ad alta densità abitativa

-essere adibita ad abitazione principale.

Al locatore è riconosciuto un contributo a fondo perduto fino al 50 per cento della riduzione del canone di locazione, entro il limite massimo di 1.200 euro per ciascun locatore. (art. 9-quater, decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137).

Al riguardo sono state definite le modalità applicative per il riconoscimento del suddetto contributo, anche ai fini del rispetto del limite di spesa complessivo di 100 milioni di euro. (Agenzia delle entrate – provvedimento del 6 luglio 2021).

Qualora le risorse stanziate siano inferiori all’ammontare complessivo dei contributi desumibile dalle istanze validamente presentate, l’Agenzia delle entrate provvede al riparto proporzionale delle risorse stanziate sulla base del rapporto tra l’ammontare dei fondi disponibili e l’ammontare complessivo dei contributi richiesti. La percentuale di riparto è resa nota con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate.

Successivamente al 31 dicembre 2021, l’Agenzia delle entrate determina l’effettivo contributo spettante a ciascun beneficiario e procede all’erogazione.
Tanto premesso, considerato che l’importo complessivo dei contributi richiesti è inferiore alle risorse finanziarie disponibili, con il provvedimento in oggetto è stabilito che a ciascun beneficiario sarà erogato il 100 per cento del contributo a fondo perduto.


error: Contenuto protetto da Copyright