Riesci a trovare il gatto mimetizzato in questo paesaggio? L’80% degli utenti non ci riesce


Immagine Facebook

Sappiamo tutti che i nostri occhi interagiscono con il cervello. Vediamo un oggetto e le informazioni su di esso arrivano istantaneamente alla testa ed essa fa il resto del lavoro: decide che oggetto è, di che colore, ecc.
Vuoi sapere quanto è buona la tua vista e quanto velocemente il tuo cervello può riconoscere gli oggetti che vede? Affronta questa sfida virale che l’80% degli utenti non è riuscito a risolvere.

Questo curioso esercizio di osservazione circola nel web da un po di tempo. l’obbiettivo è trovare un gatto  nella foto. Ma dov’è? Abbiamo inserito la risposta alla fine di questo post.

Esso rappresenta un valido esempio di mimetismo, o più propriamente di “criptosi”, così si chiama la capacità di alcuni animali di offuscare il proprio aspetto e mimetizzarsi con l’ambiente.

  • Un paziente osservatore trova il gatto dopo un’attenta ricerca in tutta la foto.
  • Un osservatore sistematico dividerà la foto in griglie e si fermerà prima al centro delle righe e delle colonne come più probabile.
  • Chi non ama le sfide dirà: “Uff, non c’è, inutile cercarlo” e si arrenderà presto.
  • Il diffidente penserà: “Di sicuro il gatto non c’è in questa foto?”
  • L’eccentrico dirà: ” Ecco lo vedo”, convincendo gli altri anche se la risposta è errata
  • E i pragmatici andranno dritti alla fine dell’articolo per trovare la soluzione.

E tu? In che modo hai cercato il gatto?

La soluzione

Il gattino è un soriano, perfettamente mimetizzato con i colori dell’erba secca. Probabilmente la foto deve essere stata scattata durante i primi giorni di giugno, il caldo ha trasformato la vegetazione in un dorato color sabbia, esattamente lo stesso colore del manto del piccolo amico a quattro zampe.

Ci auguriamo che tu faccia parte del 20% che è riuscito a scorgere il musetto in lontananza, se hai vinto questo rapido test, potrai decisamente vantarti della tua intelligenza e del tuo spirito d’osservazione sopraffino. Se invece hai fallito, non demordere! Il cervello va allenato, prova tanti test di questo tipo e vedrai che le tue capacità cognitive diventeranno via via sempre più acute.


error: Contenuto protetto da Copyright