Sintomi e rimedi della disidratazione: molteplici le cause


Non è solo il caldo che favorisce la disidratazione specialmente negli anziani e non accorgersi in tempo è molto pericoloso

Con il termine disidratazione ci riferiamo alla carenza di acqua nel nostro organismo ovvero la quantità di acqua assunta è molto minore di quella persa attraverso sudore, urine e feci.
Gli anziani, i bambini, spesse volte non sono in grado di manifestare il loro bisogno di assumere acqua perciò possono andare in contro a gravissime conseguenze talvolta anche fatali.
Vediamo insieme quali possono essere i principali sintomi e manifestazioni cliniche che il nostro corpo ci dà per avvisarci che ha bisogno immediato di acqua:
• Forte sensazione di sete
• Debolezza ed astenia
• Giramenti di testa
• Pressione bassa
• Sonnolenza
• Torpore
• Visione offuscata
• Secchezza oculare
• Pelle tesa e mucose asciutte
• Ansia
• Palpitazioni sopra la norma
• Colorazione delle urine molto intensa
• Secchezza delle feci
• Difficoltà di apprendimento e scarsa memoria
• Eccessiva sensazione di calore sul corpo
• Crampi alle gambe
• Pianto senza lacrime
• Respirazione faticosa
• Gonfiore degli arti

I principali sintomi elencati possono presentarsi indipendentemente dall’età e bisogna fare attenzione a coloro che hanno già patologie e i su detti sintomi, possono pertanto essere confusi.
Talvolta, non è solo la temperatura elevata che causa disidratazione, infatti, le cause di questa condizione sono molteplici e molti tendono ad ignorarli.
Alla base del problema potrebbero esserci:

• Insufficienza renale
• Gastroenteriti
• Assunzioni di farmaci come diuretici, lassativi, antistaminici
• Diabete
• Diete povere di carboidrati
• Stress
• Mestruazioni
• Invecchiamento
• Sindrome da intestino irritabile
• Consumo di alcool
• Dieta non equilibrata, povera di frutta e verdura
• Allattamento materno
• Uso di integratori per ritenzione idrica
• Intolleranze alimentari

Ecco come evitare la disidratazione

Gli anziani e i bambini vanno sempre tenuti sotto controllo perché spesse volte, non riescono ad esprimersi perciò, è sempre buona norma somministrare loro una buona quantità di acqua nell’arco di tutta la giornata pari a 1.5 l per gli adulti e 1 litro per i bambini.
Bere e mangiare correttamente
Bisogna incoraggiare il soggetto a bere anche se non sente stimolo di sete e incentivare il consumo di frutta e verdura di stagione che, oltre a contenere acqua, è ricca anche di sali minerali e vitamine.

L’abbigliamento e lo sport

Chi pratica attività sportiva, dovrebbe prediligere le ore più fresche per l’allenamento e bisognerebbe bere anche durante attività subacquee, bagni turchi, saune. L’abbigliamento è preferibile sia in cotone per evitare surriscaldamento della pelle.

Gastroenteriti e dissenteria

Nei casi in cui la disidratazione è causata da vomito e diarrea in seguito a gastro-enteriti, coliti o intolleranze è opportuno assumere immediatamente soluzioni isotoniche in alternanza all’acqua e rivolgersi al proprio medico che curerà l’agente scatenante.
L’acqua è essenziale per il nostro organismo poiché svolge tutte le funzioni principali perciò abbiate cura di idratarvi a sufficienza e di tenere d’occhio chi è non è in grado di esporre le proprie necessità.


error: Contenuto protetto da Copyright