“A dicembre arriva la mascherina che uccide il coronavirus”


Una scoperta che potrebbe cambiare le nostre vite: inventata la mascherina che uccide il Coronavirus. La scoperta arriva dall’Inghilterra, dove il professor Gareth Cave, scienziato specializzato in nanotecnologie alla Nottingham trent University ha ideato una mascherina “in grado di eliminare il coronavirus oltre la soglia del 90%”.

Come è costituita?

Essa è costituita da uno strato esterno idrorepellente, in grado di ostacolare l’inalazione delle goccioline che trasportano il virus. Al suo interno vi è un rivestimento in rame che rilascia ioni, in grado di ‘uccidere’ il virus al contatto.

La mascherina è stata testata e a quanto riferito dai media, essa è in grado di neutralizzare e distruggere il 90% di particelle infette che atterrano sulla mascherina.

La produzione delle mascherine e la commercializzazione, secondo Cave, dovrebbe iniziare nella seconda metà di novembre e i Dpi dovrebbero sbarcare sul mercato a dicembre.

Questo dispositivo di protezione potrebbe migliorare la nostra qualità di vita, poichè le mascherine infette potrebbero essere riutilizzate migliaia di volte, senza il timore che il virus sopravviva su di essa. La mascherina è dotata di due rivestimenti: uno esterno idrorepellente, capace di bloccare le goccioline che trasportano il virus, l’altro in rame che rilascia ioni, in grado di annientare il virus al contatto.

Mascherina tradizionale, un veicolo di trasmissione di virus

Pochi sanno che la mascherina tradizionale, oltre a proteggerci, può diventare anche veicolo di infezione infatti, se toccata con mani dopo averla indossata per molte ore, è altamente infetta e bisogna pertanto fare molta attenzione quando si toglie.

È importante seguire alcune regole per indossare, rimuovere e smaltire in modo corretto una mascherina.

Altrimenti questo dispositivo, usato per ridurre il rischio di contagio, “invece di proteggerci può diventare una fonte di infezione a causa dei germi che potrebbero depositarsi sopra”. Lo spiega l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in un video tutorial pubblicato sul suo sito web.

1. Prima di indossare una mascherina, pulire le mani con un disinfettante a base di alcol o con acqua e sapone

2. Nel coprire la bocca e il naso, assicurarsi che non vi siano spazi tra il viso e la mascherina

3. Evitare di toccare la mascherina mentre la si utilizza e, se necessario farlo, pulire prima le mani con un detergente a base di alcool o acqua e sapone

4. Sostituire la mascherina con una nuova non appena è umida e non riutilizzare quelle monouso

5. Per togliere la mascherina: rimuoverla da dietro (senza toccare la parte anteriore); buttarla immediatamente in un contenitore chiuso; pulire le mani con un detergente a base di alcool o acqua e sapone.


error: Contenuto protetto da Copyright