Bollo auto, chi può chiedere il rimborso 2020 e chi non lo pagherà nel 2021


Con l’approvazione del Decreto Sostegni, è arrivata la rottamazione delle cartelle esattoriali relative al periodo 2000/2015 (comprese quelle per imposta bollo auto non pagata), ma ad essi si aggiungono i casi di sospensione/riduzione e rimborso previsti da Regione a Regione ovvero ciascun cittadino potrà avere il diritto (se concesso dalla propria regione) di ottenere un rimborso del bollo 2020 o non pagarlo nel 2021.

Di seguito riportiamo i casi di esenzione regione per regione.

Bollo auto, con il decreto Sostegni l’annullamento dei debiti

Abruzzo

La Regione Abruzzo, con l’avviso “Sospensione pagamento tassa automobilistica” del 10 aprile 2020, pubblicato a seguito della pandemia, ha reso noto di aver previsto la sospensione dei termini per i versamenti della tassa automobilistica regionale ordinaria e per i versamenti a seguito di recupero coattivo.

In particolare, in merito alla tassa automobilistica ordinaria, la Regione ha disposto che per i contribuenti che hanno residenza o sede legale nel territorio della Regione Abruzzo sono sospesi i termini per i versamenti della tassa automobilistica regionale in scadenza tra l’8 marzo 2020 ed il 31 maggio 2020 (quindi fino al 1° giugno, coincidendo il 31 maggio con giornata festiva). I versamenti sospesi dovevano essere effettuati, senza applicazione di sanzioni ed interessi, in un’unica soluzione entro il 31 luglio 2020.

Per quanto riguarda i casi di riduzione ed esenzione del bollo auto, la Regione ha predisposto uno sconto della tariffa o una esenzione completa dal pagamento della tassa per: veicoli storici, veicoli destinati ai disabili, veicoli elettrici o con alimentazione esclusiva a GPL o gas Metano o ibrida, veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita, esenzione per esportazione temporanea extra-comunitaria ed esenzioni permanenti per i veicoli immatricolati come “ambulanze di soccorso” e quelli destinati, per conto dei comuni o di associazioni umanitarie, al servizio di estinzione degli incendi.

Basilicata

In Basilicata è prevista l’esenzione completa dal pagamento della tassa e possono riguardare numerose tipologie di veicoli, come: veicoli storici, veicoli destinati ai disabili, veicoli elettrici, veicoli alimentati esclusivamente a GPL o Metano, veicoli con alimentazione doppia a benzina/GPL o benzina/metano, autovetture con alimentazione ibrida, veicoli destinati al soccorso sanitario, veicoli delle organizzazioni di volontariato e delle organizzazioni non governative (O.N.G.) e veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita. A questi, inoltre, si aggiunge anche l’esenzione per esportazione temporanea extra-comunitaria.

Campania

In Campania il sistema di domiciliazione bancaria per il pagamento della tassa automobilistica regionale consente di usufruire della riduzione del 10% sull’importo dovuto per ciascun periodo d’imposta, pagando entro il termine di scadenza senza incorrere nelle sanzioni previste per ritardato pagamento.

Per far fronte all’emergenza Covid, inoltre, la Regione ha disposto la sospensione del bollo auto per il periodo compreso tra il 24 marzo 2020 ed il 31 maggio 2020, poi prorogato per i versamenti relativi ai mesi giugno/agosto 2020.

Esenzione bollo auto per: veicoli storici, veicoli destinati ai disabili, veicoli elettrici o alimentati esclusivamente a GPL o gas Metano. A questi si vanno ad aggiungere i benefici fiscali riconosciuti dagli ecoincentivi per rinnovo parco automobilistico, i veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita e quelli per cui vale l’esenzione per esportazione temporanea extra-comunitaria.

Emilia Romagna

Con lo scoppio dell’epidemia Covid-19 in Italia, L’Emilia Romagna ha deciso di sospendere per il periodo compreso tra il 1° marzo 2020 ed il 30 aprile 2020 .

Con successiva dgr n.317 dell’8 marzo 2021 la Regione ha disposto l’ulteriore proroga al 2 agosto 2021 del termine di pagamento delle tasse automobilistiche in scadenza dal 1° aprile 2021 al 31 maggio 2021 con termine ordinario di pagamento rispettivamente alla data del 31 maggio 2021 e del 30 giugno 2021. Sono esclusi dalla sospensione i primi pagamenti, da corrispondere ordinariamente entro il mese di maggio e di giugno 2021, relativi a prime immatricolazioni, rientri in possesso, rientri da esenzione.

La sospensione del termine di pagamento non si applica, inoltre, alle targhe prova e alle tasse di circolazione.

Esenzione riconosciuta per: veicoli storici, veicoli destinati ai disabili, veicoli elettrici o alimentati esclusivamente a GPL/Metano, Veicoli ad alimentazione ibrida (ecoincentivi), veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita, oltre all’esenzione per esportazione temporanea extra-comunitaria.

Lazio

A seguito dell’emergenza Covid, la Regione ha disposto la sospensione dei termini di versamento della tassa automobilistica regionale in scadenza nel periodo compreso tra il 3 marzo 2020 ed il 31 maggio 2020 (quindi fino al 1° giugno, coincidendo il 31 maggio con giornata festiva).

I versamenti dovuti nel periodo di sospensione di cui al punto precedente dovevano essere effettuati senza sanzioni e interessi entro il 30 giugno 2020, mentre riduzioni ed esenzioni sono previste per veicoli storici, veicoli destinati ai disabili, veicoli elettrici o alimentati esclusivamente a GPL/Metano, Veicoli ad alimentazione ibrida (ecoincentivi), veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita, oltre all’esenzione per esportazione temporanea extra-comunitaria.

Liguria

La Regione Liguria, per far fronte all’emergenza Covid, con la Legge Regionale n. 8 del 23 aprile 2020, ha differito i termini dei versamenti ordinari relativi al bollo auto e scadenti nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 30 giugno 2020.

I suddetti versamenti dovevano però essere effettuati, senza sanzioni e interessi, in un’unica soluzione, entro il 31 luglio 2020, mentre riduzioni ed esenzioni vengono riconosciute dalla Regione per: veicoli storici, veicoli destinati ai disabili, veicoli alimentati a benzina e GPL e benzina e gas metano, veicoli elettrici o alimentati esclusivamente a GPL o gas Metano, veicoli con alimentazione ibrida, veicoli per cui valgono gli ecoincentivi 2020, veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita e quelli per cui vale l’esenzione per esportazione temporanea extra-comunitaria.

Lombardia

In Lombardia i contribuenti che hanno già una domiciliazione bancaria attiva potranno beneficiare automaticamente della riduzione del 15%, a partire dalla scadenza del 31 gennaio 2020.

Ai sensi della DGR n. 7224 del 17/10/2017, in caso di pagamento con modalità cumulativa, gli importi complessivamente dovuti sono ridotti nelle misure seguenti:

-10% per società che svolgono attività di locazione finanziaria per i veicoli concessi in leasing, per i periodi tributari compresi nella vigenza del contratto
-10% per soggetti con personalità giuridica limitatamente ai veicoli di proprietà
-10% per acquirenti di veicoli nuovi di fabbrica che fruiscono dei benefici della domiciliazione bancaria in presenza di finanziamenti per il tramite di banche o intermediari finanziari
-10% per società che svolgono attività di noleggio veicoli relativamente ai veicoli adibiti ad uso noleggio a breve termine senza conducente.

Riduzioni ed esenzioni del bollo auto sono invece riconosciuti a veicoli storici, veicoli destinati ai disabili, veicoli ONLUS, veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita e quelli per cui vale l’applicazione degli ecoincentivi regionali approvati dal 2014 fino al 2021.

Puglia

Nessuna precisa esenzione o riduzione del bollo auto a seguito dell’emergenza Covid è stata invece prevista dalla Regione Puglia, dove valgono i benefici fiscali previsti in materia di bollo auto si realizzano attraverso una riduzione della tariffa o una esenzione completa dal pagamento della tassa per veicoli storici, veicoli destinati ai disabili, veicoli elettrici, veicoli alimentati esclusivamente a GPL o Metano, veicoli con alimentazione doppia a benzina/GPL o benzina/metano, veicoli a idrogeno, veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita e veicoli interessati da furto o demolizione, oltre quelli per cui valgono le esenzioni per esportazione temporanea extra-comunitaria e le esenzioni ONLUS.

Sicilia

Tra le misure di contenimento e gestione dell’emergenza Covid-19 della Regione Sicilia, la Legge Regionale n.9 del 12 maggio 2020 (Legge di stabilità 2020-2022), che ha disposto la sospensione dei versamenti che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 ed il 31 ottobre 2020 che, essendo un sabato, sposta il termine al 2 novembre 2020.

I versamenti sono rimasti sospesi fino al 30 novembre 2020 e dovevano essere effettuati entro 30 giorni dal termine della data di sospensione, quindi entro il 30 dicembre 2020, senza applicazione di sanzioni ed interessi.

Riduzioni ed esenzioni sono invece previste per veicoli storici, veicoli destinati ai disabili, veicoli elettrici o alimentati esclusivamente a GPL, gas Metano, con alimentazione ibrida o a idrogeno e veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita. A queste poi si aggiungono le esenzioni bollo auto 2020 e quelli per le esportazioni temporanee extra-comunitarie.

Toscana

Una sospensione dei pagamenti bollo auto è stata approvata dalla Regione Toscana a seguito dell’emergenza Covid per le periodicità tributarie aventi decorrenza/rinnovo nei mesi di marzo (da versarsi ordinariamente entro il 31/03/2020), aprile (da versarsi ordinariamente entro il 30/04/2020) e maggio 2020 (da versarsi ordinariamente entro il 01/06/2020). Gli importi in scadenza in questi periodi, comunque, erano da versare entro il 30 giugno 2020 senza applicazione di sanzioni ed interessi.

Umbria

La Regione Umbria, allo scoppio della pandemia, ha disposto la sospensione, per il periodo compreso tra il 1° marzo 2020 ed il 30 aprile 2020, dei termini per il versamento del bollo auto.

Con legge regionale n.4 del 20 maggio 2020, poi, ha disposto la proroga della sospensione dei termini di pagamento della tassa automobilistica, in particolare disponendo che per i soggetti con la residenza o la sede legale o la sede operativa nel territorio della Regione Umbria, sospendendo i termini dei versamenti della tassa automobilistica regionale da effettuare nel periodo dal 1° marzo al 31 luglio 2020.

I versamenti sospesi dovevano essere effettuati, senza sanzioni e interessi, in unica soluzione, entro il 30 settembre 2020, mentre riduzioni ed esenzioni sono riconosciute per: veicoli storici, veicoli destinati ai disabili, veicoli delle organizzazioni di volontariato, veicoli elettrici, veicoli alimentati esclusivamente a GPL o Metano, veicoli con alimentazione doppia a benzina/GPL o benzina/metano, veicoli con alimentazione ibrida benzina-elettrica e gasolio-elettrica, veicoli a idrogeno, veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita e veicoli per i quali è riconosciuta l’esenzione per esportazione temporanea extra-comunitaria.

Valle d’Aosta

A seguito dell’emergenza Covid, la Regione Autonoma della Valle d’Aosta ha disposto la sospensione dei termini del versamento del bollo auto stabilendo che: “le tasse automobilistiche dovute per le periodicità tributarie aventi scadenza di versamento nei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2020 possono essere versate entro il 31 luglio 2020, senza applicazione di sanzioni o interessi”. La riscossione è stata sospesa inoltre per le rate afferenti a tasse automobilistiche oggetto di avviso di accertamento aventi scadenza nei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno, con una ripresa del versamento a decorre dal 31 luglio 2020.

Riduzioni ed esenzioni sono riconosciuti ai residenti nella Regione per: veicoli storici, veicoli destinati ai disabili, veicoli elettrici o alimentati esclusivamente a GPL o gas Metano, o con alimentazione ibrida elettrico/termica, o a idrogeno, veicoli consegnati ai concessionari per la rivendita, quelli per cui vale l’esenzione per esportazione temporanea extra-comunitaria, nonché per le ambulanze e i veicoli di ogni specie esclusivamente destinati al servizio di estinzione incendi.

Per quanto riguarda i rimborsi del bollo auto 2020 è riconosciuto quando:

-è stato effettuato un doppio pagamento (con la stessa scadenza);
-è stato effettuato un pagamento in eccesso;
-è stato effettuato un pagamento non dovuto.

Potrebbe anche interessarti:

-Abolizione bollo auto e cancellazione canone RAI: ecco chi sono i fortunati che non li pagheranno più

 


error: Contenuto protetto da Copyright