Stop al Reddito di Cittadinanza a Natale per alcuni: ecco chi rischia di perderlo


Reddito cittadinanza: stop a dicembre

Sta per arrivare il Natale, la festa più bella dell’anno, ma per alcuni cittadini che fin ora hanno percepito il reddito di cittadinanza, ci sarà una cattiva sorpresa.

Molti infatti, rischieranno di perdere il beneficio. Cerchiamo di capire come fare per evitare la sospensione e tirare un sospiro di sollievo.

Stop al reddito di cittadinanza a Natale per alcuni: ecco come evitarlo

Paura per molti cittadini italiani che hanno già ora il sospetto di dover rinunciare al sostegno economico tanto amato: il Reddito di Cittadinanza. Niente ansia, conosciamo più nel dettaglio chi è più a rischio e come fare per evitare di restare senza.

Tra le ipotesi della Nuova legge di Bilancio, per l’anno 2021 è previsto l’aumento del numero dei beneficiari di reddito di cittadinanza, ma con importi di sussidi minori; insomma, ridurre l’assegno per darlo a più famiglie.

Ma tra questa platea c’è chi a Natale perderà il sussidio e il motivo è molto semplice: dovranno rinunciare all’assegno alcune categorie di famiglie, sulla base della data in cui hanno presentato per la prima volta la richiesta di riconoscimento del reddito di cittadinanza. Sono famiglie che pertanto hanno fatto la domanda per ottenere il beneficio, per la prima volta,  nel mese di Maggio-Giugno 2019.

Se i loro requisiti economici, attestati tramite Isee, saranno i medesimi dell’anno 2019, potranno richiedere il bonus solo a Gennaio ed ottenere l’erogazione della prima mensilità a febbraio, per altri 18 mesi, restando senza sussidio nel periodo natalizio.

Discorso diverso vale invece, per i cittadini che avevano subito la sospensione del reddito di cittadinanza durante il mese di novembre.

In questo caso, chi non ha ricevuto a novembre la mensilità e ha richiesto nuovamente il sostegno economico, potrà riceverlo entro il giorno martedì 15 del mese di dicembre.

Come evitare di restare senza reddito di cittadinanza a Natale

A causa della grossa sofferenza economica scaturita dalla pandemia, molte famiglie si ritroveranno ad affrontare difficoltà immani, pertanto, arriva la proposta di Alleanza che chiede al Governo l’eliminazione definitiva della sospensione di un mese per ricevere il rinnovo del reddito di cittadinanza, per coloro che risultano ancora avere gli specifici requisiti economici e di cittadinanza necessari. Non resta quindi che incrociare le dita e attendere che il Governo accetti la proposta. Quindi, non dovrai fare nulla, dovrai solo aggiornarti attentamente tramite il portale inps.

Il calendario pagamenti del RdC per l’anno 2020

Tutti coloro che hanno rifatto richiesta per ottenere il Reddito di Cittadinanza, prima del mese di novembre, vedranno accreditarsi l’importo automaticamente sull’apposita Carta RdC a partire dal 27 novembre 2020.

Chi invece ha presentato la domanda di ammissione al beneficio nel mese di novembre, dovrà attendere il 15 Dicembre per riscuotere il sussidio.

Chi invece ha effettuato la domanda ad ottobre, potrà ricevere la mensilità del reddito di cittadinanza anticipatamente già dal 16 novembre.

Potrebbe anche interessarti:

Conte: “Il Reddito di Cittadinanza va cambiato. Niente più sussidio se si rifiuta la prima proposta di lavoro”

3 motivi per cui l’INPS può toglierti il Reddito di Cittadinanza nel 2021

Addio al Reddito di Cittadinanza: a Febbraio 2021 verrà tolto a moltissimi cittadini


error: Contenuto protetto da Copyright