Roma: pericolo infetti da Covid. Gruppo di ragazzi sputano su citofoni e maniglie per infettare i residenti


Roma-Trastevere: giunge segnalazione di un gruppo di giovani vestiti da Arancia Meccanica che girano lungo le strade della Capitale e leccano le maniglie e i citofoni dei portoni con lo scopo di infettare la gente di Covid-19.

Una testimonianza di un residente della zona descrive scene da film dell’orrore:
Arrivano dalla periferia, girano in bande e vestono tutti uguali come in Arancia Meccanica“. Schiamazzi fino a tarda notte, atti di vandalismo e ritorsioni contro gli abitanti che provano a far valere le loro ragioni.

La denuncia al Corriere della Sera arriva da Fiorenza Cipollone, costumista per il cinema e la televisione. “Il minimo che possono fare è pisciarti sulla porta. Se protesti ti sputano su maniglie e citofoni, con la speranza di attaccarti il Covid”.

La donna racconta che tale situazione crea molto disagio e terrore: “Io abito al piano terra, ho barricato le finestre e circondato la proprietà con il nastro bianco e rosso nella speranza che non si avvicinino. Quando va bene gli schiamazzi arrivano alle 4 del mattino. Le abbiamo provate tutte, con denunce a ripetizione, ma qui ci vorrebbe la Wehrmacht della Germania”.

Le forze dell’ordine non sono state in grado, fin ora, a bloccare questo fenomeno, tutta questa movida fuori controllo che determina inquietudine.

Se chiamo io il numero unico mi dicono di prendere un tranquillante e di andare a letto. A volte ho anche dovuto ritirare la segnalazione, perché non appena i ragazzi capiscono che stanno per arrivare gli agenti, allora se ne vanno”.

Questi ragazzi inoltre, che si aggirano per le vie buie, indossano tutti lo stesso indumento: vestiti di bianco come voler imitare i protagonisti del film Arancia Meccanica, il film cult di Stanley Kubrick in cui diversi ragazzi passano la vita a commettere atti di violenza e stupri, i cosidetti Drughi, capaci di terrorizzare la gente con la loro prepotenza.


error: Contenuto protetto da Copyright