Litiga con una donna malata di cancro e le tossisce in faccia: condannata a 30 giorni di carcere


Senza mascherina e in piena pandemia, una donna ha pensato di terminare il litigio con la sua rivale tossendole in faccia: questo gesto le è costato 30 giorni di carcere, aggravato dal fatto che la donna era malata di cancro.

Litiga con una donna malata di cancro e le tossisce in faccia

Una donna statunitense, Debra Hunter, è stata condannata a 1 mese di carcere, 6 mesi di libertà vigilata, obbligo di partecipare a un corso sulla gestione della rabbia e 500 dollari di multa, dopo aver tossito in faccia ad un’altra donna, malata di cancro, in un supermercato.

Il motivo del diverbio riguardava una precedente colluttazione verbale di Hunter con una commessa del negozio: l’altra donna ha iniziato a riprendere lo scontro tra le due con il telefonino e quando si è accorta di essere ripresa, le ha rivolto gestacci e le ha tossito in faccia.

Un atteggiamento che in effetti ha causato uno stato di ansia notevole alla donna che è in cura per un tumore al cervello. Per chi ha patologie neoplastiche, contrarre il covid può essere pericolosissimo, indipendentemente dall’età.

Il marito di Hunter ha tentato di difendere sua moglie in tribunale, giustificando che la sua rabbia derivava dal dolore che la donna aveva subito in seguito ad un incendio in casa, che aveva distrutto completamente l’appartamento. Il giudice del tribunale della contea di Duval però non ha accettato queste attenuanti rivelando di essere rimasto colpito dal fatto che la testimonianza di Hunter si è concentrata solo sulle conseguenze che l’episodio ha avuto sulla sua vita e non su quanto avrebbe potuto danneggiare la vittima.

Se vuoi leggere tutte le notizie della nostra redazione, in tempo reale CLICCA QUI

Social-Magazine.it è presente anche su Google News. Leggi tutte le news, cliccando sull’icona!


error: Contenuto protetto da Copyright