La punizione choc su un bambino di 7 anni: legato a un palo ricoperto di miele per attirare api e insetti. Poi l’orrore


La foto di questo bambino, legato ad un palo, ricoperto di miele, in segno di punizione ha fatto il giro del web, conquistando l’indignazione generale.

La vittima del castigo è un bambino egiziano di sette anni, Muhammad, è stato sottoposto dal padre a un terribile calvario, per aver commesso un furto: legato a un palo e “cosparso di miele” per attirare le api.

Il bambino avrebbe rubato degli oggetti a casa dei vicini e i suoi genitori (in particolare il padre 36enne) non hanno gradito il suo comportamento, punendolo amaramente.

Come si comprende dalla foto, il ragazzino è stato legato tramite mani e piedi a un palo di legno, in modo tale da tenerli dietro la schiena, per poi lasciare il bambino sul tetto della loro abitazione. Lì sopra, il piccolo è rimasto per ore sdraiato a terra, immobilizzato e con il corpo ricoperto di miele, con gli insetti, principalmente api e zanzare, che brulicavano sulla sua pelle e sotto il sole cocente, senza acqua e cibo.

Sua madre, una donna di 29 anni, non d’accordo con tale punizione, ha subito chiamato i soccorsi per liberare il malcapitato. La donna ha anche scattato alcune foto delle condizioni in cui versava il minore sul tetto dell’abitazione e ha allegato quegli scatti alla denuncia da lei presentata contro il coniuge presso il tribunale locale.

Le autorità hanno arrestato l’uomo e hanno inoltre constatato le “deplorevoli” condizioni in cui si trovava il bambino dopo tutto il tempo trascorso legato a quel palo e in balia degli insetti. Muhammad è stato immediatamente visitato da dei medici, che, n base alle ultime informazioni disponibili, gli stanno ancora disinfettando le ferite procurategli dalle api.

La donna oltretutto ha denunciato il marito per i suoi continui maltrattamenti nei suoi confronti e verso il figlio. La stessa ha appunto rivelato che spesso l’uomo lasciava entrambi senza acqua e cibo.


error: Contenuto protetto da Copyright