Attenzione ai livelli troppo alti di omocisteina: potrebbero preannunciare problemi cardiaci


 

L’omocisteina è un aminoacido prodotto dall’organismo. Livelli anomali di omocisteina possono indicare che una persona ha una carenza di vitamine specifiche o una maggiore possibilità di sviluppare determinate condizioni mediche anche gravi.

La maggior parte delle persone ha bassi livelli di omocisteina perché il corpo scompone l’amminoacido in composti utilizzabili.

Livelli elevati o leggermente oltre il limite di omocisteina, potrebbero indicare che una persona ha una carenza vitaminica o presenta un fattore di rischio aumentato per le malattie cardiovascolari e diverse altre condizioni.

In rari casi, l’omocisteina potrebbe essere dovuta all’omocistinuria , che è una malattia genetica che i medici possono testare in un neonato.

L’omocistinuria indica che il corpo non è in grado di elaborare correttamente gli aminoacidi.

Cosa significano livelli alti?

Una persona con livelli alti di omocisteina può presentare debolezza, vertigini e affaticamento.

Un aumento a livello ematico dell’omocisteina (detto iperomocisteinemia) rappresenta un fattore di rischio in quanto determina:

-Un aumento dell’aggregazione piastrinica;
-Influenza i fattori che regolano la coagulazione del sangue;
-Irrigidisce le pareti vascolari.

Tutto questo può determinare lo sviluppo di alcune patologie molto gravi su due livelli:

Cardiaco: aterosclerosi coronarica, infarto, ischemia.
Vascolare: trombosi arteriose e venose, aneurisma, ictus.

Il livello di rischio è direttamente correlato ai valori ematici di omocisteina, tale livello può essere:

Moderato quando la concentrazione è compresa tra 16-30 μmol/L
Medio se la concentrazione è compresa tra 31-100 μmol/L
Severo quando la concentrazione è maggiore di 100 μmol/L

Secondo un articolo scientifico, i livelli normali e anormali di omocisteina possono variare tra le persone. Tuttavia, in genere, se i livelli di omocisteina di una persona sono inferiori a 13 micromoli / litro (μmol / L), sono considerati normali.




Secondo una recente revisione di studi pubblicati sulla rivista Nutrition and Metabolism , la presenza di alti livelli di omocisteina può indicare un fattore di rischio più elevato per lo sviluppo di una serie di condizioni, ma potrebbe non causarle direttamente.

Ciò significa che abbassare i livelli di omocisteina non impedirà necessariamente lo sviluppo di una particolare condizione.

Livelli alti di omocisteina possono indicare carenze di vitamine B-6 e B-12 e acido folico .

Uno studio su PLOS ONE ha scoperto che esiste una correlazione tra livelli più elevati di livelli di omocisteina e carenze di folati e sviluppo del cancro .

Ma gli scienziati non sono in grado di prevedere per quale tipo di tumore una persona possa essere a rischio.

Come fare il test dell’Omocisteina

Un medico può consigliare ad un paziente di sottoporsi al test del livello di omocisteina se mostrano segni di carenza di vitamina B-6, B-12 o acido folico.

Un medico può anche chiedere al suo paziente di testare i propri livelli di omocisteina se si ha una storia di rischio di malattie cardiache o ictus.

Per effettuare il test dell’ omocisteina è necessario fare un prelievo di sangue.

Prima del test, un medico può chiedere alla persona di digiunare per 10-12 ore , sebbene durante questo periodo possano bere acqua. Il medico può anche chiedere alla persona di non assumere farmaci o integratori prima del test.

Sintomi

Se i livelli elevati sono dovuti a una carenza di vitamine B-6 e B-12 o acido folico, una persona può manifestare sintomi come:

-debolezza
-vertigini
-piaghe sulla bocca o sulla lingua
-formicolio ai piedi, alle gambe, alle mani o alle braccia
-fatica
-pelle pallida

Cause e fattori di rischio

Carenze di vitamina B-6, B-12 e folati sono una causa comune di livelli più elevati di omocisteina in alcune persone. Ma altri fattori includono:

-storia famigliare
-genetica
dieta
-fumo
-alcool
-diabete
-artrite reumatoide
-Morbo di Crohn




Un articolo nel Journal of Geriatric Cardiology afferma che i livelli di omocisteina possono anche aumentare con l’invecchiamento della persona. Inoltre, secondo Food for the Brain , un’organizzazione benefica senza fini di lucro, i maschi hanno maggiori probabilità di avere livelli più alti rispetto alle femmine.

Complicazioni

Secondo una meta-analisi del 2017 , gli operatori sanitari associano alti livelli di omocisteina a rischi di mortalità per tutte le cause. Per ogni aumento di 5 µmol / L dei livelli di omocisteina, registrava un aumento del 33,6% del rischio di mortalità per tutte le cause.

Le potenziali condizioni associate a livelli elevati di omocisteina includono:

-l’osteoporosi , che si verifica quando le ossa diventano più deboli

Morbo di Parkinson , che è un disturbo del sistema nervoso centrale

demenza

-sclerosi multipla , che è una malattia autoimmune che attacca il midollo spinale e il cervello

ictus

-epilessia

eclampsia , che è l’insorgenza di convulsioni causate dall’ipertensione

-aneurisma aortico , che si verifica quando si sviluppa un rigonfiamento anomalo nell’aorta

malattia cardiovascolare

-attacco di cuore

-aterosclerosi , che è una malattia arteriosa

-cancro

-malattia renale allo stadio terminale

-ipotiroidismo , che è quando il corpo non è in grado di produrre ormoni tiroidei

Secondo un articolo del Nutrition Journal , elevati livelli di omocisteina possono anche aumentare gli effetti dell’ipertensione, del fumo e aumentare l’ infiammazione .

Trattamento

Il trattamento varierà in base alle condizioni sottostanti. Ad esempio, se una persona ha una carenza vitaminica, un medico può prescrivere o raccomandare di assumere integratori per correggere la carenza. Possono anche raccomandare alla persona di apportare modifiche dietetiche per aiutare a ridurre i livelli.



Conclusioni e sintesi

In genere, le persone hanno bassi livelli di omocisteina nel sangue. Un livello elevato potrebbe indicare una carenza di determinate vitamine o folati e può aumentare il rischio di una persona di sviluppare malattie cardiovascolari, cancro e molte altre condizioni.

È possibile ridurre i livelli di omocisteina attraverso modifiche nella dieta e prendendo integratori. Tuttavia, un medico può continuerà a monitorare la persona per segni di malattie cardiache o altre condizioni di salute.

Secondo una domanda di revisione del 2017 , nessuna prova suggerisce che abbassare i livelli di omocisteina di una persona riduce la possibilità di sviluppare eventi cardiovascolari o cancro. Tuttavia, l’American Heart Association sottolinea che una dieta salutare può aiutare a mantenere un cuore sano.


error: Contenuto protetto da Copyright