Annullate per prescrizione 11 condanne nel delitto di Sarah Scazzi


L’omicidio di Sarah Scazzi desta ancora molto interesse nonostante siano passati 10 anni dal ritrovamento della ragazza priva di vita.

La vicenda ha avuto un grande rilievo mediatico in Italia, culminato nell’annuncio del ritrovamento del cadavere della vittima in diretta sul programma Rai Chi l’ha visto? dove era ospite, in collegamento, la madre di Sarah, Concetta Serrano Spagnolo. [2]

Il 21 febbraio 2017 la corte suprema di cassazione ha definitivamente riconosciuto colpevoli e condannato all’ergastolo per concorso in omicidio volontario aggravato dalla premeditazione Sabrina Misseri e Cosima Serrano (figlia e madre), rispettivamente cugina e zia della vittima, confermando la condanna già inflitta in primo grado e in appello dalla corte d’assise di Taranto.

Ora però giungono grosse novità: sono infatti state annullate 11 condanne. Scopriamo quali e perchè questa decisione.

Annullate 11 condanne nel delitto di Avetrana

Annullate condanne delitto Avetrana per gli imputati Michele Misseri e Ivano Russo. I due erano stati processati per depistaggio e falsa testimonianza nel processo del delitto di Avetrana. L’annullamento della condanna è avvenuto a causa della prescrizione dei reati in questione.

In primo grado Ivano Russo, considerato al centro della contesa tra Sabrina Misseri e Sarah Scazzi, aveva ottenuto la pena più pesante di 5 anni di reclusone per aver mentito su quanto accadde il giorno del delitto. Secondo i giudici, la morte di Sarah Scazzi sarebbe da ricondurre proprio agli screzi in corso tra la 15enne e la cugina attorno alla figura di Ivano. Misseri invece era stato condannato a 4 anni per aver mentito ai giudici incolpandosi ingiustamente dell’omicidio di Sarah nel tentativo di scagionare moglie e figlia, Cosima Serrano e Sabrina Misseri, rispettivamente zia e cugina di Sarah, condannate in via definitiva all’ergastolo nel processo principale .

Prescrizione e condanna annullata anche per altri sei imputati nel processo bis: Alessio Pisello, amico di comitiva di Sarah e Sabrina, per la mamma di Ivano, Elena Baldari, per Maurizio Misseri, nipote di Michele, per Anna Lucia Pichierri, moglie di Carmine Misseri e per Claudio Russo, fratello di Ivano. Assolta perché il fatto non sussiste Salvatora Serrano, sorella di Concetta e Cosima, così come sono andati assolti Giuseppe Serrano, Anna Scredo e Giuseppe Augusto Olivieri.


error: Contenuto protetto da Copyright