Al Bano canta in una chiesa per un matrimonio, il vescovo va su tutte le furie: «Una grave offesa» Video


Al Bano Carrisi in questi giorni è stato duramente attaccato dal vescovo durante un matrimonio perchè avrebbe cantato le sue canzoni in Chiesa: “Non è un palcoscenico questo” avrebbe detto il Monsignor Mansi.

Il cantante aveva appena eseguito un’ esibizione privata in chiesa per regalare le sue note a due ragazzi che convolavano a nozze. Ciò non è stato apprezzato dallo stesso vescovo che è andato su tutte le furie: «A nessuno è concesso di usare la liturgia come palcoscenico – ha espressamente monsignor Luigi Mansi – per organizzare esibizioni di artisti di qualunque natura. Sarebbe una grave offesa alla celebrazione e al luogo sacro.  I sacerdoti hanno il compito di verificare il rispetto di tali norme – comunicano dalla Curia – , visto che gli organizzatori potrebbero anche non conoscerle, perché non si ripetano più episodi di questo genere».

Da regolamento, secondo il vescovo, Al Bano avrebbe dovuto cantare durante la festa nella sala ricevimenti e non in Chiesa.

In realtà, Al Bano non aveva intenzione di offendere la Chiesa con le sue canzoni ne di mostrare il suo talento in un luogo sacro. Al Bano sarebbe stato invitato da uno dei più cari amici della giovane coppia convolata a nozze e solo in quel momento avrebbe deciso di regalare loro una canzone durante la celebrazione. 


error: Contenuto protetto da Copyright